Il re del Natale varesino

La Provincia Varese - 12/12/2016

“Signor Panettone”: i prodotti artigianali in degustazione al Salone Estense Non sarà un dolce qualunque ma un “Signor Panettone” ad allietare le festività natalizie varesine. Questo weekend sarà infatti possibile assaggiare alcuni tra i migliori panettoni artigianali della provincia, rinnovando un appuntamento di successo giunto ormai alla sua terza edizione. Un dolce che nasce dalla tradizione e che si rinnova nei gusti e nelle decorazioni, per il quale il segreto resta l’attenta ricerca di materie prime di qualità, unita alla classica lavorazione artigianale. «Giunto quest’anno alla terza edizione – spiega Pierluigi Brun, il coordinatore dell’associazione Pasticceri per la Vita che organizza la manifestazione insieme al Comune di Varese – Signor Panettone è l’occasione per valorizzare e far conoscere la produzione artigianale di panettoni della provincia di Varese». La manifestazione è stata presentata nei giorni scorsi alla presenza dell’assessore alle Attività Produttive Ivana Petrusin e l’appuntamento è al Salone Estense per il secondo anno consecutivo – la prima edizione si era svolta presso la Camera di Commercio – per sabato 10 dicembre dalle 14.30 alle 18.30 e domenica 11 dalle 10 alle 18.30. Durante la manifestazione, oltre ad assaggiare le prelibatezze preparate da diverse pasticcerie, ci sarà anche la possibilità di acquistare i panettoni artigianali al prezzo calmierato di 24 euro al chilogrammo, un’offerta che negli anni passati ha richiamato centinaia di visitatori. «È un’ottima chance – sottolineano gli organizzatori – per chi avesse voglia di concedersi un assaggio anticipato di un buon panettone e, perché no, acquistarlo per i propri cari come pensiero di Natale». Insomma, un’occasione per conoscere l’arte dolciaria dei pasticceri che lavorano secondo i metodi artigianali, nel rispetto delle materie prime e della tradizione del dolce tipico di Milano. Non solo, perché l’evento sarà anche l’occasione per festeggiare il bicentenario della città con una rivisitazione del Dolce Varese, che prende appunto il nome di “Varese 200” la cui ricetta è stata modificata perché potesse essere consumato anche da chi ha intolleranze alimentari e che sarà presentato in occasione dell’evento. L’iniziativa avrà anche un risvolto benefico visto che parte del ricavato sarà devoluto alla cooperativa l’Anaconda che dagli anni 80 si occupa di persone affette da grave disabilità. Anche l’associazione sarà presente all’evento insieme agli studenti che frequentano il corso di panetteria del Cfp di Varese ed i ragazzi del corso di “accoglienza” del Cfp di Gallarate. L’anno scorso le lavorazioni tradizionali erano state affiancate da altre più innovative, come quella al carbone vegetale, ed il classico panettone era stato rivisitato in diversi gusti: da quello con le pere a quello con le arance, entrambi guarniti con il cioccolato, affiancando alle degustazioni anche laboratori a tema e show cooking. n