Il nuovo premio Chiara Giovani parla di libertà

Varesenews - 04/02/2021

Nuova edizione del premio Chiara Giovani, il concorso di narrativa che l’Associazione Amici di Piero Chiara promuove per incentivare le attitudini linguistiche e letterarie dei giovani.


Il Premio è rivolto ai giovani, italiani e della Svizzera italiana, che hanno un’età compresa tra i 15 e i 25 anni: più precisamente, che siano nati tra il 1 gennaio 1996 e il 31 dicembre 2006. La traccia di quest’anno, su cui i concorrenti sono invitati a produrre un racconto originale e inedito, è la parola “Libertà”.

 

Proprio in sintonia con la traccia del concorso, venerdì 19 marzo 2021 alle 18 si terrà una Lectio magistralis con il teologo Vito Mancuso, che sarà intervistato dal giornalista Armando Besio sul tema della “Libertà”. L’evento sarà trasmesso in diretta sul canale Youtube del Premio Chiara.


La premiazione del Chiara Giovani, invece, è prevista durante la manifestazione finale della trentatreesima edizione del Premio Chiara, domenica 17 ottobre 2021 alle 17, nella Sala Napoleonica delle Ville Ponti a Varese.

Il concorso è realizzato col contributo di Regione Lombardia, col patrocinio e il sostegno di Repubblica e Cantone Ticino, Comunità di Lavoro Regio Insubrica, Fondazione AEM gruppo a2a, Provincia di Varese, Comune di Varese, Comune di Luino, Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus, Camera di Commercio di Varese e in collaborazione con Ufficio Scolastico Territoriale di Lombardia e Varese, Fondazione del Varesotto per ambiente territorio e coesione sociale, Fondazione Minoprio.

PREMIO CHIARA GIOVANI: COME PARTECIPARE
La partecipazione al premio Chiara Giovani è gratuita e totalmente online: collegandosi alla pagina web legata al premio basterà inserire, entro e non oltre mercoledì 7 aprile 2021, i propri dati personali e caricare il file del racconto in formato .doc o .docx (word) e i documenti richiesti. Ogni elaborato dovrà essere di massimo 6.000 battute dattiloscritte, e dovrà essere preceduto da Nome e Cognome, titolo, 3 righe di riassunto e numero delle battute del testo.

Una giuria tecnica, presieduta dalla scrittrice Maria Attanasio, vincitrice del Premio Chiara 2020, e composta da Michele Airoldi (docente Liceo Cavalieri di Verbania), Andrea Bianchetti (Docente CPC Lugano e CPT Bellinzona), Cristina Boracchi (dirigente Liceo Crespi Busto Arsizio), Davide Circello (docente Liceo Lugano 1), Salvatore Consolo (dirigente Liceo Classico Cairoli Varese), Marco Corso (giornalista di Varesenews), Pier Paolo Pedrini (docente STA Lugano e ricercatore) selezionerà i racconti finalisti che verranno pubblicati in un volume a cura degli Amici di Piero Chiara.

Il volume con i racconti finalisti verrà inviato, come sempre, ai 150 componenti della Giuria dei Lettori del Premio Chiara che voteranno un racconto. Dalle preferenze espresse si formerà una graduatoria per una serie di premi, che comprendono una somma di 500 euro, un Orologio, un tablet , una cena per 4, un google home mini, una trousse, una parure di penne, occhiali da sole e destinati ai primi 8 arrivati, oltre a un premio da 200 euro che la Comunità di Lavoro Regio Insubrica assegnerà a un racconto di un autore proveniente dal territorio insubre giudicato meritevole.