Il Nord a Malpensa. Su gomma

La Prealpina - 26/05/2017

Nonostante gli investimenti su rotaia, con il collegamento T1-T2 inaugurato lo scorso dicembre e il proseguimento fino a Gallarate nell’agenda di Regione Lombardia entro il 2023, sono ancora milioni i passeggeri che scelgono di raggiungere Malpensa in autobus.

Attualmente in brughiera operano 13 compagnie differenti che garantiscono quasi 300 corse al giorno, di cui circa la metà (146) servono per collegare i due terminal con Milano, garantendo in media una partenza ogni dieci minuti. Oltre alle principali città della Lombardia e del Piemonte, sono collegate giornalmente anche la Liguria e la Svizzera, quest’ultima con ben 31 corse, ovvero con un bus in partenza ogni circa 40 minuti. È Lugano in particolare il polo di riferimento oltreconfine.

Quello degli autobus è un mercato che a quanto pare funziona se si considera che Sadem, dal prossimo 1 giugno, aumenterà le frequenze su Torino del 50 per cento. Il collegamento dal centro sabaudo con Malpensa è oggi garantito con un servizio operativo 18 ore al giorno con dieci coppie di corse. Dalla prossima settimana verrà intensificato con l’inserimento di cinque nuove coppie di corse con frequenza giornaliera. Con questo aumento, si stima un’offerta complessiva pari 547mila posti disponibili all’anno, il 3 per cento circa dei passeggeri in transito da Malpensa ogni dodici mesi.

L’ultimo collegamento inedito su gomma in ordine di tempo risale invece allo scorso novembre ed è la tratta dedicata Malpensa-Roma, con due corse giornaliere. A operarlo c’è Flixbus, una società di autobus extra-urbani che effettua servizi di trasporto lowcost in tutta Europa. Il suo network comprende circa 100mila collegamenti giornalieri verso 900 destinazioni in 20 Paesi. Da Malpensa sono sei le città servite: Reggio Emilia, Modena, Siena, Bologna, Perugia e infine la capitale. Nello specifico, ci sono due corse al giorno (diurna e notturna) che partono dalla capitale, con sosta a Perugia, Bologna e Modena. Una corsa al giorno, invece, per le altre due destinazioni. FlixBus, fondata a Monaco di Baviera da tre giovani imprenditori che hanno traslato sulle quattro ruote il concetto delle tariffe a basso costo, è diventata famosa in Italia soprattutto per il comma inserito nell’ultimo Milleproroghe che lo scorso dicembre ha rischiato di eliminarla dal mercato italiano. E il rischio sarebbe ancora in agguato, a causa di un emendamento in discussione proprio in questi giorni in Commissione Bilancio alla Camera dei deputati.

Ma se raggiungere Torino con l’autobus è non solo una scelta economica ma anche di comodità, decidere di percorrere su un pullman la tratta Malpensa-Roma è invece semplicemente una questione di portafogli. Con easyJet, infatti, c’è un volo al giorno che collega la brughiera a Fiumicino in un’ora, mentre optando per il treno vanno sommati i quaranta minuti per raggiungere Milano, almeno un quarto d’ora per il cambio a Centrale e poi tre ora circa di alta velocità per arrivare a Termini.

Con l’autobus bisogna mettere in conto invece circa dieci ore di viaggio, ma se si prenota in anticipo si può spendere meno di 20 euro. A ciascuno la propria scelta.