Il lavoro si cerca con il passaparola digitale

La Prealpina - 07/10/2021

«Conosci qualcuno che cerca personale?». Quante volte capita che un amico chieda informazioni per trovare un posto di lavoro? Tanto è vero che, secondo Eurostat, l’85% delle persone in Italia cerca un impiego proprio tramite il passaparola. Di fronte a questa abitudine, molto radicata nel nostro Paese, Openjobmetis ha cercato di tradurla in forma digitale, tramite una App che è stata presentata ieri all’Hangar Bicocca di Milano, dove l’azienda varesina ha svelato JonnyJob: si tratta di un’applicazione per telefonino, dove si possono incontrare domanda e offerta di lavoro. Non solo: all’interno, ci sono almeno tre novità sostanziali. Primo: all’annuncio di ricerca di lavoro può rispondere anche l’amico di una terza persona, la quale può essere segnalata. Quest’ultima, a quel punto, riceverà una mail e potrà accettare un colloquio coi selezionatori di Openjobmetis e, quindi, potenzialmente arrivare a essere assunta. Secondo: il segnalatore sarà remunerato con dei punti che cresceranno a seconda di cosa accadrà durante l’intermediazione, raggiungendo il massimo se si arriverà alla firma di un contratto di lavoro. Terzo: i punti accumulati possono trasformarsi in cene al ristorante, telefonini, buoni spesa, monopattini e persino uno scooter.

Insomma, si tratta di un’App decisamente inedita e innovativa «che in Italia non ha paragoni – ha detto Rosario Rasizza, amministratore delegato di Openjobmetis – mentre abbiamo trovato qualcosa di simile soltanto in Inghilterra, Singapore e Malesia. Noi continueremo a cercare i profili chiesti dalle aziende con i metodi tradizionali ma, a essi, affiancheremo anche questo passaparola 2.0. Si darà vita così a una sorta di ricerca lampo e, oggi, le imprese vogliono rapidità e soprattutto le persone giuste al posto giusto. La garanzia di ciò deriva anche dalla segnalazione un amico, che conosce una persona adatta a quel posto di lavoro, indicandoci magari una perla rara, che abita a breve distanza ma che noi, talvolta, non riusciamo a intercettare». JonnyJob è gratuita e permette anche di autocandidarsi: «In questo modo ci sarà una disintermediazione della ricerca – ha aggiunto Rasizza – ma poi, chiaramente, il processo di selezione da parte dei nostri addetti proseguirà come prima, a partire dal colloquio personale». Secondo Fabio De Vivo, speaker telefonico ospite della presentazione condotta dalla giornalista Veronica Gentili, «questa App è una bella idea, perché il passaparola di solito funziona: è un sistema che dà credibilità e in cui anche chi segnala vuole sempre fare bella figura».