Il Festival dell’Oriente a Malpensa Fiere. Antonelli: “Perché Busto meglio di Milano”

Malpensa24 - 13/05/2022

«Siccome Busto è più importante di Milano, sono contentissimo che siate venuti qui e spero che abbiate un risultato migliore e che si confermi una manifestazione duratura nel tempo». Il benvenuto (un po’ “alla Farioli“) del sindaco di Busto Arsizio Emanuele Antonelli agli organizzatori del Festival dell’Oriente, che per l’edizione 2022 trasloca da Milano (si svolgeva a Fieramilanocity e prima ancora al centro esposizioni di Novegro) e trova “casa” a Malpensa Fiere, il polo fieristico bustocco di via XI Settembre nel quartiere Sant’Anna.

Da Milano a Busto

Il sindaco Emanuele Antonelli con Alessandra Lombardi e Antonio Vitiello
Busto Arsizio è la quarta di 11 tappe per il 2022, dopo Torino, Forli e Roma. Per la prima volta prende il posto di Milano: sarà una delle due tappe lombarde del Festival insieme a Brescia. «Siamo stati accolti bene e ci aspettiamo di tornare nei prossimi anni – rivela Alessandra Lombardi, a nome dell’organizzazione del festival – a Milano facevamo numeri pazzeschi prima della pandemia». Si parla di picchi di 10-20mila ingressi giornalieri. Ecco perché per preparare l’assalto a Malpensa Fiere sono state organizzate navette gratuite dal parcheggio di Malpensa (in collaborazione con SEA) e dalle stazioni di Busto, FS e Nord, per aggiungere opportunità di sosta ai duemila posti di via XI Settembre.

La ripartenza di Malpensa Fiere
Aspettative che gratificano Antonio Vitiello, presidente di Promovarese, l’ente di Camera di Commercio che gestisce il polo fieristico bustocco. «Siamo molto positivi e contenti di ospitare un nuovo “cliente”. Speriamo sia solo l’inizio» ammette Vitiello, rivelando che Malpensa Fiere sta vivendo alla grande la ripartenza del settore: «Quasi tutti gli spazi sono già allocati, tranne che nel mese di agosto».

Il Festival

In programma quattro giorni di immersione totale nelle culture e nelle tradizioni del continente asiatico. Per due weekend, quello del 14 e 15 maggio e quello del 21 e 22 maggio, dalle 10 alle 20.30 Malpensa Fiere ospiterà centinaia di stand e bazar, ben quattro palchi per gli spettacoli, aree dedicate alle arti marziali, alla salute e al benessere, alle terapie olistiche e alle danze orientali, tra cui anche il gettonatissimo ballo Bollywood.

Spazio a yoga, ayurveda, reiki, shiatsu, tai chi chuan, e ancora ad attività come la vestizione del kimono e i tamburi di guerra giapponesi, la cerimonia del tè e la costruzione del mandala dei monaci, con esibizioni, laboratori, corsi, conferenze, workshop, seminari e gli immancabili stand gastronomici per provare lo street food orientale, con la possibilità di prenotare visite guidate alla scoperta del percorso interattivo tra i simboli dell’Oriente. Tra le curiosità, l’accesso libero agli “amici a quattro zampe” e la possibilità di “guadagnarsi” un ingresso omaggio o ridotto per chi si presenta in fiera indossando abiti tradizionali orientali, come ad esempio kimoni e sari (solo tradizionali, non cosplay).