Il drone europeo Male decolla con Leonardo

La Prealpina - 27/04/2018

Il primo modello a grandezza naturale del “drone europeo” Male è stato presentato all’Ila Air Show di Berlino dai tre principali produttori europei – Leonardo, Airbus e Dassault Aviation – che hanno rinnovato il pieno sostegno al programma europeo.

Il drone, che punta a contrastare in chiave europea la concorrenza nel settore, è un velivolo a pilotaggio remoto con approccio “duale”, in grado cioè di essere utilizzato sia in campo militare sia in quello civile. Può svolgere operazioni di intelligence, sorveglianza e ricognizione ma può anche essere impiegato su rotte civili.

La cerimonia – cui hanno partecipato l’amministratore delegato di Airbus Defence and Space Dirk Hoke, il presidente e amministratore delegato di Dassault Aviation Eric Trappier e il responsabile della divisione velivoli di Leonardo, Lucio Valerio Cioffi – è stata l’occasione per confermare l’impegno dei quattro Stati europei e partner industriali allo sviluppo congiunto di una soluzione indipendente per la difesa e la sicurezza dell’Europa.

Questa nuova fase – spiega un comunicato congiunto delle tre società – giunge a distanza di quasi due anni dal lancio dello studio di definizione, nel settembre 2016, da parte dei quattro Paesi partecipanti (Germania, Francia, Italia e Spagna) e segue la Dichiarazione di Intenti sulla collaborazione congiunta ad un sistema aereo senza pilota di classe Male europeo, firmata dalle stesse nazioni nel maggio 2015.

«Sebbene ci attenda ancora molto lavoro, questo modello a grandezza naturale rappresenta un primo traguardo di quello che l’Europa può raggiungere in un settore ad alta tecnologia se riesce ad unire la propria forza industriale e il proprio know-how», ha dichiarato Dirk Hoke. “Il Male Rpas diverrà parte integrante della capacità dell’Europa di garantire la propria indipendenza in futuro». «La presentazione riflette la totale dedizione delle nostre aziende all’indipendenza europea nel campo della difesa e sicurezza. Cooperazione e alta tecnologia legittimano la leadership dell’industria europea e assicurano l’autonomia strategica dell’Europa», ha affermato Eric Trappier.

«I sistemi aerei senza pilota e le loro applicazioni rappresentano uno degli elementi tecnologici fondamentali per la futura evoluzione dell’industria europea della difesa», ha sottolineato Lucio Valerio Cioffi, Responsabile della Divisione Velivoli di Leonardo.