Busto Il bilancio è indigesto E Antonelli sbatte la porta

La Provincia Varese - 09/02/2017

Vertice di maggioranza
sul bilancio, il sindaco Emanuele
Antonelli sbatte la porta.
E poi diserta la seduta di
giunta: la promozione della
“manovra finanziaria” slitta
di una settimana. Ma le segreterie
dei partiti di maggioranza
minimizzano: «Non è successo
nulla, il bilancio ormai è
chiuso».
Sarà che quando c’è da
mangiare, nella maggioranza
di centrodestra c’è sempre
qualcosa di indigesto. Martedì
sera, il vertice convocato
per quadrare il bilancio preventivo
2017 era stato anticipato
alle 19.30 per poter poi
chiudere la serata tutti insieme
in pizzeria. Ma la riunione
vera e propria è durata sì e no
circa mezz’ora, nel momento
in cui il sindaco Emanuele
Antonelli, visibilmente irritato,
ha salutato tutti e se ne è
andato. Il primo cittadino, che
è anche delegato al bilancio e
che considerava la partita già
chiusa tanto da voler promuovere
già lunedì in giunta
il documento finanziario,
non avrebbe gradito che le
forze politiche facessero le
“pulci” su alcuni aspetti già
approfonditi nelle precedenti
riunioni (almeno cinque) sul
tema, ma anche certi riferimenti
fin troppo “politici” alle
prossime campagne elettorali,
regionale e nazionale.
Il commissario di Forza
Italia Carmine Gorrasi minimizza
l’episodio: «Nella sostanza
non è successo niente,
si sta lavorando per trovare la
quadra». Il commissario della
Lega Nord Marco Colombo aggiunge:
«Il bilancio è chiuso, e
non ci sono divergenze sostanziali.
Solo una forte sensibilità
dei consiglieri per fare
il meglio per Busto e una forte
responsabilità per arrivare
ad bilancio più sereno ed
equilibrato. Lo approveremo
tutti insieme».
A dimostrazione di una intatta
coesione della maggioranza,
buona parte dei presenti
al vertice si sono ritrovati
tutti a mangiare ai tavoli
della pizzeria “Il Ciclope”. Eppure
il clima di tensione si è
trascinato ieri, quando il sindaco
Antonelli, giustificandosi
con «un impegno», non si
è fatto vedere alla seduta di
giunta, che era stata convocata
anche per promuovere la
delibera sul bilancio preventivo
2017. Delibera che, a questo
punto, slitta di una settimana,
anche se la quadra di
fatto sarebbe già stata raggiunta.
n