I piloti easyJet a lezione alle porte di Malpensa

La Prealpina - 20/12/2018

Sarà a Malpensa uno dei tre nuovissimi “training center”, dotati di simulatori di ultima generazione, dedicati all’addestramento dei piloti di easyJet.

Così la compagnia britannica dalla livrea arancione conferma quanto sia «strategica» la propria presenza a Malpensa, seconda base in Europa dopo quella di Gatwick. Forte di una previsione di crescita del 3% di posti offerti in brughiera nel 2019, e della prospettiva di basare al Terminal 2 due nuovi Airbus A321neo (aeromobili da 235 posti, più grandi e più efficienti, quindi in grado di far volare più passeggeri) da qui alla fine del 2019, easyJet ha rivelato ieri mattina a Milano il nuovo maxi-investimento su Malpensa, per voce di François Bacchetta, direttore per l’Italia e la Francia del vettore.

Il centro di addestramento dei piloti sorgerà a Lonate Pozzolo, nel complesso del business park “World Trade Center” di via del Gregge, dove già ha sede il centro logistico di Leonardo Helicopters (già Agusta Westland).

«A ottobre 2019 – spiega Daniele Grassini, head of training di easyJet – apriremo tre nuovi training center a Londra, Manchester e Malpensa, per un totale di 12 simulatori. È la prima volta che la compagnia compie una scelta di questo tipo, visto che oggi addestriamo i piloti su simulatori non nostri».

Il Training Center di Malpensa verrà realizzato in partnership con Cae, società leader mondiale nello sviluppo di simulatori di volo: sarà dotato di tecnologia di ultimissima generazione, con tre simulatori full flight che riproducono fedelmente ogni dettaglio delle operazioni di volo, e un simulatore fix based dedicato alle fasi di addestramento iniziale. Per quest’ultimo, denominato CAE 600XR, easyJet sarà cliente di lancio e prima compagnia aerea al mondo ad utilizzarlo per i propri piloti.

Il centro punta in particolare a «colmare il gap tra la preparazione e formazione delle scuole di volo, tra quel che serve per ottenere la licenza e quel che serve per saper volare davvero», come spiega Daniele Grassini. Dal prossimo ottobre, tutti i piloti che fanno riferimento alle basi del Sud Europa di easyJet si addestreranno a Malpensa, con ricadute importanti in termini di indotto per il territorio, come già dimostrato in seguito all’apertura della struttura di Ansett tra il T1 e il T2.

«Le importanti novità del prossimo anno, l’apertura del Training Center e l’arrivo dell’Airbus A321neo a Milano Malpensa – sottolinea Bacchetta – dimostrano il forte impegno di easyJet nello sviluppo delle più avanzate soluzioni tecnologiche per raggiungere i più alti standard di sicurezza per le proprie operazioni e garantire ai propri passeggeri un’esperienza di viaggio unica e innovativa». Dal primo gennaio 2019, infine, si insedierà il nuovo country manager per l’Italia, Lorenzo Lagorio, da dieci anni in easyJet.