I Comuni si mettono in prima linea per il rilancio dell’economia pubblica

La Provincia Varese - 05/05/2017

È stato presentato in Comune il programma della prima Rassegna di Diritto Pubblico dell’Economia, un convegno organizzato da UPEL Varese che si terrà venerdì 12 e sabato 13 maggio al Centro Congressi di Ville Ponti. L’Unione Provinciale Enti Locali è un’associazione senza scopo di lucro costituita il 7 ottobre 1998 e riconosciuta dalla Regione Lombardia; presieduta dall’architetto Marco Cavallin, è gestita dal dottor Claudio Biondi e rappresenta 316 enti locali delle province di Varese, Monza e Brianza, Milano, Lecco, Como e del Verbano Cusio Ossola. Gli enti locali sono gli attori del processo di rilancio dell’economia e i primi a dover scendere in trincea nell’attuazione delle riforme amministrative; ecco il perché di una due giorni formativa di alto livello pensata per riunire i maggiori esponenti del mondo giuridico ed economico sullo stato dell’arte della riforma della pubblica amministrazione. Come ha ricordato il sindaco Davide Galimberti, da qualche mese è in corso una grandissima trasformazione amministrativa per ottenere personale aggiornato e qualificato in termini di relazioni sia con le imprese sia con i cittadini; l’elemento di formazione è quindi indispensabile per il rilancio di Varese come delle piccoli comuni. Il comitato scientifico del convegno è composto da Gianpiero Paolo Cirillo, Presidente di Sezione del Consiglio di Stato; Stefano Glinianski, Magistrato della Corte dei Conti; Angela Nicotra, Componente Autorità Nazionale Anticorruzione; Aristide Police –Prof. Ordinario Diritto Amministrativo a Tor Vergata. Un osservatorio tecnico qualificato che porterà autorevoli giuristi a dibattere e confrontarsi con le opinioni degli stakeholders territoriali, in una visione sinergica, funzionale al miglioramento del sistema economico varesino. Il Comune di Varese patrocina l’evento e parteciperà con oltre 40 dipendenti e tutti i dirigenti al completo. Il convegno è realizzato in collaborazione con la Provincia di Varese, la Regione Lombardia, l’Ordine degli Avvocati, degli Ingegneri, la Camera di Commercio, la Confservizi Lombardia, l’Unione Nazionale Avvocati Amministrativisti, l’Associazione Nazionale Costruttori Edili e l’Università degli Studi dell’Insubria.