Golf Il territorio al centro della scena mondiale

La Provincia Varese - 29/03/2017

Benvenuti a Busto Arsizio.
Una manifestazione di rilievo
internazionale dal 30 marzo al
2 aprile al Golf Club “Le Robinie”
di Solbiate Olona proietterà
questo territorio al centro
della scena mondiale del golf:
la Federazione Italiana Pitch&Putt,
con sede a Busto Arsizio,
ha infatti ricevuto l’incarico
dalla International Pitch&Putt
Association (IPPA) di
organizzare la prima edizione
dell’IPPA World Pitch&Putt
Strokeplay Championship. Una
manifestazione, sostenuta e
patrocinata da Regione Lombardia,
Città di Busto Arsizio,
Comune di Solbiate Olona e Camera
di Commercio di Varese
tramite Varese Sport Commission,
che è tra le più importanti
per questo tipo di golf che privilegia
la bravura nel gioco corto
e la freddezza sul green.
Sul green del golf club Le
Robinie si sfideranno 120 atleti,
in rappresentanza di 15 Nazioni:
Italia, Austria, Bosnia Erzegovina,
Bulgaria, Cuba, Danimarca,
Francia, Giappone, Inghilterra,
Irlanda, Moldova,
Olanda, Portogallo, San Marino
e Spagna. Esclusi solo all’ultimo
momento, per problemi burocratici
con il visto d’ingresso
in Italia, i rappresentanti di
Gambia e Nepal.
La cerimonia di apertura
della manifestazione è in programma
domani, al termine
della giornata a scopo benefico
dedicata al “Peace&Sport
Trophy”, alla quale è atteso anche
il presidente di Regione
Lombardia Roberto Maroni. La
International P&P Association
è infatti partner di “Peace and
Sport” e l’evento è inserito, rappresentante
l’Italia, nel calendario
mondiale di “April 6 –
Giornata Mondiale ONU per lo
Sviluppo e la Pace attraverso
lo Sport”. Le gare del Campionato
del Mondo si svolgeranno,
sui quattro round da 18 buche,
tra venerdì pomeriggio e domenica
mattina. Per l’occasione il
golf club Le Robinie (considerato
uno dei campi migliori d’Europa,
disegnato dall’Orso d’Oro
Jack Nicklaus) sperimenterà
sulla buca 17 del Pitch&Putt un
innovativo materiale sintetico
dell’azienda specializzata Italgreen che simula il pitchmark,
generalmente la parte più problematica
dei campi sintetici.
La cerimonia di chiusura e di
premiazione si svolgerà domenica
pomeriggio alla presenza
dell’assessore allo sport di Regione
Lombardia Antonio Rossi.
«Il golf è uno dei motivi, tra
i tanti, per cui abbiamo lanciato
la campagna “#ilbellodivivereaBusto”,
per invitare le persone
a venire ad abitare nella nostra
città» sottolinea il sindaco di
Busto Arsizio Emanuele Antonelli.
Il Pitch&Putt è una variante
“non convenzionale” del golf,
stando al regolamento accettato
dalla R&A, la più importante
autorità regolatoria nel golf al
mondo: si gioca su un formato
delle 18 buche “par 54” (par 3
per ciascuna buca) contro il
classico “par 72” del golf convenzionale,
su un campo corto
in cui la distanza di ogni buca
non è maggiore di 90 metri e la
lunghezza combinata delle 18
buche è inferiore a 1200 metri.
Se nel golf convenzionale il giocatore
utilizza tra tipi di tiro
(Drive, Pitch e Putt), in questa
variante non c’è bisogno del
“Drive” ma tutto il resto è golf.
Ogni giocatore utilizza solo
tre mazze, generalmente due
ferri e un “putter”, il che rende
il gioco più sfidante e spettacolare.
Oltre che più semplice e
veloce da giocare, più economico,
più accessibile e più ecologico
rispetto al golf convenzionale.
n