Gli studenti entrano nel mondo del lavoro e conoscono le eccellenze del territorio

2 scuole, 30 studenti, 5 aziende del territorio e quattro progetti realizzati. Si è da pochi giorni conclusa l’esperienza di Alternanza scuola – lavoro voluta e promossa dal gruppo dei Giovani imprenditori di ConfApi Varese. Un percorso giunto alla seconda edizione, che quest’anno ha ottenuto anche il sostegno di Camera di commercio Varese e che ha portato gli allievi del Marie Curie di Tradate e del Collegio Rotondi di Gorla Minore direttamente nelle aziende che hanno aderito all’iniziativa. E dove gli allievi si sono messi alla prova progettando la partecipazione dell’azienda a un evento fieristico.

«E’ il secondo anno che portiamo avanti questa iniziativa rivolta alle scuole con alcuni obiettivi ben precisi – ha spiegato Mario Canziani, presidente del Gruppo Giovani imprenditori di Confapi e tra coloro che hanno fortemente voluto investire sull’Alternanza scuola – lavoro – Dare l’opportunità ai ragazzi delle superiori di avere un primo contatto con il mondo del lavoro, permettere loro di consolidare lo spirito di squadra in un contesto aziendale, mettere alla prova le conoscenze e le competenze acquisite su una progettazione concreta. Non solo. Siamo partiti anche dalla convinzione che i nostri studenti non sempre conoscono le realtà imprenditoriali del territorio, che molto spesso sono un’eccellenza nel panorama produttivo, ma non vengono considerate come opportunità al termine degli studi perché “sconosciute”. Crediamo quindi che portare gli studenti a vivere, durante il percorso didattico, un periodo nelle nostre aziende sia un modo per far sapere a loro che anche nella nostra provincia non mancano gli sbocchi lavorativi». Gli allievi coinvolti, infatti, sono stati suddivisi in gruppi di lavoro. Ogni team ha potuto conoscere da vicino le realtà in cui hanno operato e le dinamiche produttive e gestionali delle imprese alle quali sono stati affidati. Oltre ad aver avuto l’occasione di visitare la Whirlpool.

 
Gli imprenditori coinvolti nell’iniziativa sono stati Mario Canziani della Sapra Elettronica di Cassano Magnago, Michela Marchiorato della Delma di Malnate, Marco Braghini della Brama di Gallarate, Barbara Bettini della Bettini Srl di Saronno, Alfredo Copelli dell’Astin di Tradate e Matteo Vada di SiamoCreativi.