Gli arrivi del 2016: diminuiscono gli italiani

La Prealpina - 04/08/2017

Gli ultimi dati ufficiali sul turismo nel Varesotto sono il complessivo sul 2016 e sono elaborati dalla Camera di commercio.

Da questi risulta che in dodici mesi, la provincia ha aumentato complessivamente del 2,1% gli arrivi e dell’1,7% i soggiorni, e che in questi numeri la componente estera è risultata quella determinante. Sul dato di 1 milione e 303mila arrivi, record di sempre, gli stranieri hanno pesato per una quota pari a 774mila persone (+5,4% rispetto al 2015). Mentre, per quanto riguarda i soggiorni, saliti nel complesso a 2 milioni e 224mila, l’incremento della percentuale estera è stato del 4,4%.

Per quanto riguarda invece i paesi di provenienza dei turisti, dei quasi 56mila soggiorni di stranieri in più registrati nel 2016, oltre 15mila sono riferiti a pernottamenti di inglesi. In crescita anche i soggiorni di turisti provenienti dalla Spagna (+30%) e, seppur con numeri inferiori, dalla Polonia (+43%) e da Israele (28%). Fra tanti “segni +”, spicca l’andamento in discesa delle cifre relative agli italiani: gli arrivi di connazionali sul nostro territorio sono diminuiti infatti del 2,3% su base annua (da 541mila a 528mila), con un decremento anche in termini di giornate di soggiorno (-2%).

Significa insomma che, almeno sull’estero, vale a dire i turisti maggiormente ricercati anche perché spesso con portafogli più pesante, il traino di Expo e le iniziative messe in campo in questi anni, fra social, eventi e strutture per l’incoming, stanno funzionando.