Giorgetti: «Da sempre sostengo il Frecciarossa a Malpensa»

La Prealpina - 20/09/2021

l governo non verrà toccato dalle sfide elettorali, ma il voto è importante: gli elettori sceglieranno tra chi crede nella libera iniziativa privata e chi invece guarda allo Stato-mamma». Il ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, inquadra così le elezioni del 3 e 4 ottobre: una sfida tra due visioni opposte della politica e dell’economia. Ieri pomeriggio il titolare del Mise è stato a Villa Calcaterra a Busto Arsizio per incontrare (a porte chiuse) una trentina di imprenditori del territorio. «Cosa mi chiedono? Di aiutarli nell’incrollabile volontà di ripartire anche in mezzo a tante difficoltà – spiega Giorgetti -. Alcuni settori vanno meglio, altri pagano ancora gli effetti della pandemia, ma tutti vogliono essere messi nelle condizioni di competere. Dovremmo fare un monumento agli imprenditori: sono eroi civili che creano sviluppo e ricchezza nonostante le difficoltà».

Ad accogliere Giorgetti a Busto c’erano il sindaco Emanuele Antonelli, la vicesindaco e assessore allo sviluppo del territorio Manuela Maffioli, l’europarlamentare Isabella Tovaglieri, il commissario provinciale del Carroccio Stefano Gualandris e quello cittadino Paola Reguzzoni (oltre a diversi candidati e militanti della Lega). «Le elezioni? Si compete sempre per vincere, a Busto, Gallarate, Varese – sottolinea Giorgetti -. Vorremmo che gli elettori premiassero una certa visione del mondo, che noi interpretiamo: da questa parte c’è la via per creare ricchezza e benessere. Gli altri non danno le stesse garanzie». Quanto al Green Pass, Giorgetti si dice fiducioso: «Ne parliamo dopo il 15 ottobre (quando il certificato verde sarà obbligatorio per tutti i lavoratori, ndr), vedrete che andrà tutto bene. Dobbiamo risolvere il problema della pandemia, la battaglia continua».

Il ministro dello sviluppo economico si dice infine molto favorevole al ritorno del Frecciarossa a Malpensa: «È una bellissima idea, l’ho sempre sostenuta – evidenzia Giorgetti -. Solleverebbe anche Milano da un po’ di traffico. La ritengo un’idea azzeccatissima. Non ho mai capito perché un giapponese che vuole andare a Venezia o Firenze debba prendere il Malpensa Express fino a Cadorna, e poi la metro per la stazione Centrale. Ben venga il Frecciarossa direttamente in aeroporto».

Oggi pomeriggio sarà a Busto il ministro del turismo Massimo Garavaglia: visiterà il Museo del Tessile e il centro storico di Sacconago.