Ginnastica Pro Patria sul podio

Cala il sipario sul weekend show a Busto Arsizio, che ha accolto con un pubblico oltre le aspettative – 3.287 spettatori – la prima tappa del Campionato italiano di Serie A1, A2 e B. Alla fine della due giorni al PalaYamamay, sotto l’attenta organizzazione della Pro Patria Bustese, brillano al vertice le due squadre campioni d’Italia in carica, Ginnastica Salerno nel maschile e Brixia Brescia nel femminile.

La Ginnastica Salerno, guidata dall’ex “bustocco” Nicola Bartolini, è rimasta al comando dal primo all’ultimo esercizio. Alle sue spalle la Ginnastica Civitavecchia di Marco Lodadio, mentre Busto festeggia il 3° posto della Pro Patria: dopo un ottimo inizio, la squadra di casa soffre al cavallo con maniglie e agli anelli, ma riesce comunque a conquistare una bellissima medaglia di bronzo che fa ben sperare per i prossimi appuntamenti.

Tra le donne, la Brixia Brescia di Giorgia Villa trionfa ottenendo il miglior punteggio al volteggio, alle parallele asimmetriche e alla trave. Notevolmente staccata Civitavecchia, terza la Ginnica Giglio.

Il programma domenicale si è aperto con le gare di A2: nel settore maschile la vittoria è andata all’Ares di Cinisello Balsamo, che all’ultimo esercizio ha superato la Ginnastica Sampietrina; 3° posto per il Gymnastic Romagna Team.

Molto equilibrata la prova femminile: il Fanfulla 1874 si è imposto davanti a Ginnastica Biancoverde e Gruppo Sportivo Audace.

Nella prima giornata più di 500 spettatori hanno assistito dalle tribune alla gara di Serie B. In campo maschile l’Udinese è stata capace di stracciare la concorrenza, mentre il 2° posto è andato ex aequo a La Marmora Biella e Artistica Brescia. Tra le ragazze, invece, dominio in B della Ginnastica Pavese, seguita da Invictus Gymnastics e Cuneoginnastica.

Alle premiazioni presenti diverse autorità, tra cui il presidente federale Tecchi, il vicepresidente Peroni e il referente per le attività internazionali Marzolla; per la città di Busto Arsizio il sindaco Antonelli, il vicesindaco Tovaglieri e l’assessore Farioli; per la Ginnastica Pro Patria il presidente Rosario Vadalà.

Molto positivo il bilancio di Rino Scala, direttore tecnico della squadra bustocca: «Per noi è stata davvero una bellissima gara e senza l’errore finale sarebbe andata ancora meglio. Sono molto soddisfatto di tutti i ragazzi e penso che nella prossima tappa si potrà fare qualcosa in più. Dal punto di vista organizzativo è andato tutto alla perfezione: non ci aspettavamo una risposta così da parte del pubblico, è stato eccezionale».

Chiusa la tappa bustocca, la ginnastica artistica guarda alle prossime tappe: il 29 e 30 marzo a Padova e le finali il 3 e 4 maggio a Firenze.

Lisa Guadagnini

VANESSA FERRARI D’ORO

Fantastica Vanessa Ferrari. Dopo un anno di stop per l’infortunio al tendine d’Achille, l’azzurra è tornata alla vittoria dominando, con il miglior punteggio sia in qualifica sia in finale del corpo libero, la tappa di Melbourne della Coppa del mondo. La ginnasta dell’Esercito italiano ha trionfato nella disciplina preferita aprendo al meglio il cammino verso la qualificazione all’Olimpiade del 2020 a Tokyo.