Gallarate – Silent trenino come a Londra, vinili e Trenta la fortuna: eventi al via

Questa sarà una primavera intensa. E anche l’estate non tradirà le attese di giornate e serate divertenti da trascorrere in compagnia nel centro storico con l’opportunità di dare un’occhiata alle proposte dei negozi. Aperti per l’occasione, ovviamente. Gallarate si conferma, dunque, città degli eventi a sostegno del commercio secondo tradizione, ma sempre con un occhio rivolto oltre i propri confini per offrire quel quid di novità in più del quale l’assessore Claudia Mazzetti è alla continua ricerca. Un esempio: quest’anno ci sarà ancora la silent disco che tanto successo aveva riscosso nel 2018, però non sarà più circoscritta a Palazzo Broletto. «Sarà itinerante», spiega la componente della giunta Cassani. «Ci sarà un grande trenino, come avevo visto fare a Londra, che poi approderà nel cortile del Broletto». E lì si continuerà a ballare.

Ciò avverrà in un due serate per riempire un intero fine settimana. Ma ci saranno le domeniche, i sabati, i venerdì e pure i giovedì, tutti giorni buoni per rendere il nucleo storico un centro commerciale all’aperto con le sue attrazioni. Che saranno tantissime. Quelle ufficializzate ieri sera in municipio nella seconda seduta dell’anno del Duc (Distretto urbano del commercio) che ha visto confrontarsi l’assessore (è presidente dell’organismo), il numero uno di Ascom Renato Chiodi e quello del Naga Luca Filiberti, nonché diversi negozianti. Sul tavolo appunto il calendario degli eventi al quale apporre il nullaosta.

Naturalmente nessuno pensa di risollevare il settore semplicemente con una serie di iniziative di richiamo, tuttavia sul solido asse assessorato-associazioni di categoria c’è la consapevolezza che anche queste siano utili al fine di tenere alzate le claire. O quanto meno la maggior parte di quelle dei negozi gallaratesi «È dura, inutile negarlo», ammette Mazzetti pensando alla congiuntura attuale. «Tuttavia, non bisogna perdersi d’animo. Poi se guardiamo l’andamento del 2018, possiamo dire che il rapporto tra chiusure e aperture è a favore delle seconde. Quindi, sotto tale profilo è stato un anno positivo. Certo, c’è un problema». Ovvero? «È cambiato il mondo ed è cambiato il commercio. Perciò non ci limitiamo agli eventi, che da soli non bastano, ma forniamo anche strumenti di aggiornamento». Uno è un imminente corso di formazione dedicato al cosiddetto neuro-marketing per focalizzare l’attenzione sulla psicologia da applicare nel confronto tra negoziante e cliente.

Intanto la primavera-estate gallaratese può iniziare. E le sorprese non mancano. Il calendario si apre con la terza edizione dello Sbaracco il 4 maggio che, oltre a portare davanti alle vetrine prodotti a prezzi stracciati, sarà arricchito dalla festa del vinile. Un’idea del Naga. «Perché creare un evento nell’evento è un modo per rendere più interessante la proposta», sottolinea Filiberti. «Così, abbiamo pensato ai vinili che sono tornati in voga. Ci sarà una dozzina di espositori». Con la possibilità per gli appassionati di trovare il disco tanto cercato. Altra novità: il “Trenta la fortuna”. «Una proposta di Ascom», spiega l’assessore. «In pratica, durante gli eventi ci sarà la possibilità di vincere uno sconto di 30 euro per gli acquisti». Insomma, le parole d’ordine sono ravvivare, creare movimento, mettere in contatto, portare gente. A questo servono anche l’appuntamento con la Color Vibe che è una corsa non competitiva durante la quale i partecipanti si colorano, i mercatini, la mostra di bonsai, la festa del vino e della birra con il doppio Brindiamo, le cene all’aperto, tra il 14 giugno e il 19 luglio i tradizionali venerdì sera a tema che riempiono letteralmente le strade strade e le piazze del centro storico.

«Eventi, aggiornamento e tanto altro sono il nostro impegno», conclude Mazzetti. «Con un unico scopo: sostenere il commercio».