Gallarate I negozianti sono degli eroi Vogliamo accompagnarli

La Prealpina - 03/12/2018

«Io considero il negoziante di vicinato un vero eroe. È innanzitutto a lui che ci rivolgiamo». Fabio Lunghi, presidente della Camera di Commercio di Varese e gallaratese, ha le idee molto chiare sul valore e significato del Gran Galà del Commercio organizzato al teatro Condominio (domenica prossima) da Ascom Gallarate e Malpensa, con il patrocinio dell’amministrazione comunale e con lo spettacolo del comico Gigi Vigliani.

«Eventi come quello in calendario – continua Lunghi – servono a percorrere una strada nuova. Momenti di aggregazione, di condivisione, che rientrano in un progetto di rinnovamento più ampio. Da Gallarate parte il messaggio del nuovo corso di Ascom e lo stesso messaggio si allargherà a tutta la provincia».

Nuovo corso, per il presidente della Camera di Commercio, significa volontà di accompagnare i soci nelle loro battaglie quotidiane. Quella contro gli strascichi della crisi, contro la totale incertezza politica sul fronte economico che manda a picco la fiducia dei consumatori e – ultima ma essenziale – quella per riuscire a dare una spinta concreta alle attività gallaratesi.

«Bisogna passare oltre la banale rappresentanza – spiega Lunghi – cominciando a lavorare su servizi innovativi e sull’accompagnamento vero nell’era digitale. Dobbiamo puntare all’allargamento dei settori di appartenenza dei nostri associati, penso ad esempio a quello dei trasporti e del terziario che nella zona del mandamento di Gallarate e Malpensa costituiscono una importante realtà grazie alla presenza dell’aeroporto». Per il presidente è arrivato il momento di compiere il salto di qualità, di alzare l’asticella: «A Gallarate – chiarisce – è possibile pianificare una crescita del nostro movimento perché il presidente Chiodi e la sua squadra hanno trovato basi solide dalle quali potere (e dovere) ripartire». L’obiettivo indicato dal numero uno della Camera di Commercio «è arrivare a una rappresentanza unica, ad una sola autorevole voce che a livello provinciale parli a nome di tutto il nostro mondo. Iniziando da Gallarate, da Busto e da Varese (i tre mandamenti trainanti) bisogna unire le risorse».

E il punto di partenza o di ripartenza è l’oggi, il mese di dicembre: «Per noi il Natale, con tutti i cambiamenti in atto, mai come quest’anno rappresenta un momento di svolta. Resta il mese più importante per il commercio, nonostante l’online, soprattutto per il negoziante di vicinato che io considero un vero eroe. A lui diciamo di affidarsi sempre più all’associazione perché qui abbiamo gli strumenti per aiutarlo, farlo crescere, per farlo restare sul mercato e consentirgli di essere innovativo. Abbiamo tanti esempi che ogni singolo commerciante può seguire, esempi che hanno un volto, un nome e un cognome. Sono i nostri associati che, chi vorrà, potrà incontrare e conoscere in occasioni come quella del Gran Galà».