Gallarate come New York Il MaGa riparte dai fiori

Un museo vivo, aperto alle
contaminazioni ed alle
nuove esperienze. Questo è il
pensiero espresso durante la
conferenza stampa di insediamento
dalla nuova presidente
del MaGa.
«Appena mi hanno parlato
di una manifestazione dei
fiori mi è venuto in mente il
Metropolitan di New York –
spiega Sandrina Bandera, presidente
del MaGa – ho girato
tanti musei ma solo lì ho visto
dei fiori. O meglio, un
enorme mazzo cambiato all’inizio
di ogni settimana posizionati
nell’ingresso». Un
tocco di internazionalità che
più volte è stato richiesto a
gran voce.
Orchidea d’Oro non solo
sarà la prima competizioneevento
che si svolgerà al museo
ma anche il debutto della
nuova direzione. Un inizio
atteso da tempo e che porta
con sè un bagaglio di aspettative
aumentate nei mesi in
cui la carica era vacante. Sarà
un weekend intenso perchè
l’evento «va proprio nella
direzione che ho indicato
fin dal primo momento – interviene
Bandera – il MaGa
deve guardarsi attorno, per
cercare nuovi artisti ed eventi
ma anche contributi e
sponsorizzazioni, Magari anche
inaspettati ed innovativi».
Proprio la questione dei
fondi ed il loro reperimento
sono stati al centro di numerosi
interventi su carta stampata
e sul web: «Proporremo
al vincitore di abbellire e decorare
la parte esterna della
struttura ed in cambio potremmo
fare pubblicità alla
sua attività».
Un’iniziativa che la numero
uno di via De Magri vuole
estendere anche al mazzo di
fiori di benvenuto: «Il nostro
potrebbe diventare il secondo
museo al mondo ad accogliere
con un tocco floreale».
Trovare nuovi finanziamenti
per programmare le prossime
attività è senza dubbio
uno dei primi punti per i prossimi
mesi. Senza troppi indugi,
questa mattina si incontrerà
con l’europarlamentare
e vicepresidente del Gruppo
Ppe Lara Comi, per una visita
e per valutare la possibilità
di accedere a fondi europei
destinati alla cultura. Come
già espresso da Sandrina
Bandera «dobbiamo essere
in grado di cogliere ogni opportunità
che ci viene proposta,
valorizzare le risorse che
abbiamo a disposizione».
La due giorni di show e di
gare che si aprirà domani offrirà
«un’opportunità per i
commercianti della zona di
mettersi in mostra, approfittando
di una vetrina straordinaria
– dichiara la presidente
del Duc Claudia Mazzetti
– non vedo l’ora di ammirare
il MaGa fiorito».
La formula del contest
studiata da Mara Daverio, ideatrice
della rassegna ha richiamato
l’interesse di
flower designer da tutta l’Italia.

L’ingresso alla manifestazione
è gratuito ma non solo.
Che siate appassionati,
esperti del settore o semplici
curiosi potrete esprimere un
giudizio ed aiutare i giurati
ad incoronare il vincitore