Fuori evento “due per uno” Villa Panza apre le porte

La Provincia Varese - 30/09/2016

Come tutte le manifestazioni più glamour, quest’anno Domanimisposo Grangala presenta un «fuori evento», che si svolgerà a Villa Panza. Grazie al coinvolgimento della Fondazione Fai, tutti i visitatori che acquistano il biglietto di ingresso per la manifestazione a Villa Andrea possono entrare con lo stesso anche a visitare Villa Panza (l’iniziativa è valida sabato 8 e la domenica 9 ottobre, dalle 16 alle 19). Inoltre le coppie che si iscriveranno al Fai potranno usufruire gratuitamente del giardino di Villa Panza il giorno del loro matrimonio, per scattare le foto che rimarranno per sempre nel loro album di nozze. La location è d’eccezione, l’opportunità da non perdere. Domanimisposo Grangala inizia venerdì, alle 18.30, con l’inaugurazione della dodicesima edizione, nella splendida cornice di Villa Andrea. Alle 21.30 è già prevista la prima serata di Gala: tante le emozioni con la sfilata Varesemissposa con i capi di pellicceria di Nuova Varese Pellicce di Cunardo. A seguire gli abiti da sposa Nicole con l’Arte Sartoriale di Cunardo, realizzata con la collaborazione di White Sposa. Sabato 8 ottobre la kermesse apre alle 14, dando alle giovani coppie la possibilità di visitare, conoscere e incontrare i più autorevoli esponenti del settore pronti a fornire idee, suggerimenti e consigli per realizzare al meglio il giorno del matrimonio. Chi pensa che sia la classica fiera impersonale si sbaglia: all’ingresso della villa Go-Go Street offrirà un aperitivo in compagnia, un’occasione per conoscere altri futuri sposi e magari fare amicizia. La giornata trascorrerà curiosando nei diversi stand, fino al gran finale delle 23, quando la serata si concluderà con il tradizionale spettacolo pirotecnico musicale. Domenica 9 ottobre Domanimisposo Grangala aprirà al mattino, alle 10. Gli ospiti saranno accolti da un aperitivo griffato GoGo Street e potranno immedesimarsi in quelle che saranno le atmosfere del giorno più bello, assaggiando i confetti, sfogliando le partecipazioni, pensando a un tema per il proprio matrimonio. C’è chi partecipa alla fiera con le idee chiare, e chi invece deve organizzare l’evento da zero, progettando tutto, dalla location al vestito per le damigelle. Non sono rari i casi di coppie che partono con una idea, e poi la sovvertono completamente, scegliendo per esempio una location in un agriturismo. Alle 16 torna la sfilata Varesemissposa, dove qualcuno sicuramente si commuoverà vedendo la propria figlia o la propria amica del cuore con il vestito bianco (ma ne esistono di tutti i colori, quindi non bisogna mettere limite alla fantasia, anzi ben vengano le sperimentazioni). Tutto questo fino alle 19, quando sarà il momento dei saluti e di dire arrivederci alla prossima edizione. Il sabato e la domenica, al secondo piano, l’autoscatto darà la possibilità a tutte le coppie di farsi una simpatica foto che potranno ritirare subito senza alcun costo. Quello scatto può essere considerato il primo del matrimonio, quindi è imperdibile, anche perché iniziare bene significa essere già a metà dell’opera. E se l’opera è una vita da trascorrere insieme, l’inizio è ancora più importante.