Friuli Legacoop si schiera e punta su un’unica Camera di commercio

Altra Testata - 21/12/2016

Anche Legacoop chiede una Camera di commercio unica per il Friuli Venezia Giulia. L’ente che è il punto di raccordo del mondo mutualistico della regione, ieri dal quartier generale di Udine, ha tracciato la strada da seguire anche nel 2017 e la parola d’ordine è «aggregazione», ha detto il presidente Enzo Gasparutti.

«Siamo convinti che intraprendere percorsi di unificazione sia necessario e consenta di rispondere più adeguatamente ai cambiamenti intervenuti nell’economia e nella società – ha indicato il presidente della Centrale cooperativa del Friuli Venezia Giulia – per questo auspichiamo che si arrivi anche all’istituzione di un’unica Camera di Commercio, Industria e Artigianato del Fvg operativa sul territorio».

«La nostra – ha detto anche – è una piccola regione e le sovrastrutture tendono a creare burocrazia e raddoppiano i costi. Serve una logica di spending review ed efficienza, ma con una progettualità adeguata».

Perché in un territorio di confine, con un milione e 200 mila abitanti, «servono forze ed energie per affrontare grandi questioni – ha incalzato Gasparutti -, l’export rappresenta un valore per il Paese. La Cciaa unica sarebbe più efficiente e capace di dare risposte positive al sistema delle imprese».