Fra i patrimoni dell’umanità I primi turisti salgono sul bus

La Prealpina - 19/06/2017

La provincia di Varese vuole guardare sempre di più al turismo e lo fa attraverso il progetto Varese4U. Dieci i patner che dietro questa sigla si propongono di divulgare e valorizzare il grande patrimonio culturale e naturalistico all’interno del nostro territorio. Il punto di partenza non poteva essere più solido, i quattro siti Unesco, dei nove patrimoni dell’umanità lombardi in totale, situati in provincia. È stato così presentato ieri con una visita “pilota” il nuovo tour dei siti Unesco varesini: accompagnati da due guide del Fai e a bordo d’un pullman effigiato proprio delle bellezze territoriali di Varese, 46 fortunati visitatori selezionati hanno potuto testare tre dei quattro itinerari offerti. Possibilità che scatterà invece per tutti da domenica 25 giugno, fino alla fine di ottobre. Sarà così possibile scoprire i quattro tesori del nostro territorio: Sacro Monte, Castelseprio e Torba, l’isolino Virginia e il Monte San Giorgio.

«Quest’ultimo è forse il meno noto anche tra i varesini, anche perché solo dal 2010 fa parte dei siti Unesco. Impagabile per i percorsi escursionistici di interesse naturalistico e panoramico, il Monte è inoltre tra i più importanti giacimenti al mondo di fossili, una vera e propria fotografia della storia geologica del nostro territorio» ci spiega Stefania Morandi, titolare dell’omonimo tour operator che cura l’organizzazione dei quattro itinerari.

«Dopo un primo mese di rodaggio- prosegue Morandi- i partecipanti potranno perfino effettuare due tour in un solo giorno, sfruttando il turno mattutino e quello pomeridiano da noi proposto».

Nulla è stato lasciato al caso, tanto d’aver sfruttato quest’opportunità per lanciare l’inedita navetta che collegherà Malpensa a Varese, un’occasione a disposizione di tutti i varesini che dal primo luglio potranno comodamente raggiungere i terminal dell’aeroporto.

Ottima peraltro la risposta della visita inaugurale di ieri: fra i visitatori accorsi si segnalavano presenze anche da Milano e Roma. Ma non è solo al mercato italiano che Varese vuole aprirsi: per strizzar l’occhio al turismo internazionale, americani su tutti, il portale www.varese4u.it, offre già infatti dei pacchetti su più giorni per cogliere a pieno le esperienze che il nostro territorio può offrire. Storia, arte e natura accompagnate da attività turistiche come il golf, la vela o più semplicemente la valorizzazione delle tradizioni culinarie del territorio e possibilità di pernottare durante la permanenza in zona in dimore storiche. Un’offerta sempre più plasmata sulle richieste del turismo d’oggi, storia e tradizioni attorniate d’attività sempre più variegate in grado di valorizzare, e rispondere, a trecentosessanta gradi alle esigenze d’ogni viaggiatore.

Come anticipato il primo appuntamento è per domenica prossima: prima meta Sacro Monte con partenza alle 9 dal piazzale delle Ferrovie dello Stato. Dopo la visita delle quattordici cappelle, sarà la volta del Santuario e del Borgo prima di far rientro per le 15.