Forcora In palio ristorante e pista da sci

La Prealpina - 29/08/2017

La convocazione è per il 22 settembre, ore 10, al palazzo municipale di Maccagno con Pino e Veddasca: in programma, l’asta pubblica ad incanto con il metodo delle offerte segrete per l’aggiudicazione del contratto di affitto di azienda per l’attività̀ di somministrazione di alimenti e bevande da esercitarsi nell’immobile Bar ristorante in Forcora. Riparte anche da qui, come aveva promesso il sindaco Fabio Passera, il rilancio della Veddasca, che ospita gli unici impianti di sci della provincia di Varese. Sul sito Internet del Comune è possibile visionare sia i termini del bando di gara per la concessione del servizio di ristorazione, sia la relazione tecnica-istruttoria per l’affidamento in concessione del servizio pubblico denominato “Sciovia Passo Forcora – Monte Cadrigna”. Andiamo con ordine. Per il ristorante, è con delibera di giunta, del 19 agosto, che vengono stabiliti i termini del bando per la gestione. Il contratto non sarà cedibile o trasferibile; avrà validità per sei anni con possibilità̀ di rinnovo una sola volta ed il canone di affitto, che sarà messo in gara, avrà un valore annuo di € 9.600 euro più Iva. Chiaramente chi parteciperà dovrà avere i requisiti professionali maturati nel campo della ristorazione collettiva con un’esperienza professionale di almeno cinque anni negli ultimi dieci. Potranno presentare domanda di ammissione alla gara le persone fisiche, le imprese individuali, le società̀, le associazioni e gli organismi collettivi in possesso appunto dei requisiti.

Anche per quel che riguarda gli impianti sciistici sarà effettuata una gara: gli anni di contratto saranno sempre minimo sei, a partire dall’ottobre 2017, e si tratterà verosimilmente di una concessione di servizio. Chi vi parteciperà dovrà garantire una serie di condizioni e servizi: presenza di «figure tecniche munite di apposita abilitazione»; predisposizione «di tutti i controlli necessari all’apertura stagionale»; approvvigionamento «del carburante necessario per il funzionamento dei mezzi battipista»; attivazione di tutte le utenze necessarie al funzionamento dell’impianto; adeguate polizze assicurative a tutela dei trasportati; tempestiva preparazione delle piste “battitura”, ogni qualvolta si verifichi una nevicata, adeguata alla compattazione, con il mezzo battipista tale da consentire l’apertura in sicurezza dell’impianto sportivo; gestione della sciovia negli orari di apertura al pubblico mediante utilizzo di personale abilitato, macchinisti e agenti di stazione. Insomma, l’Amministrazione comunale sta spingendo per garantire una serie di servizi ad un’utenza che non dovrà essere più solo quella invernale.