Fjord Spa in concordato Il giudice dà il va libera

La Prealpina - 18/01/2017

busto arsizio Il nuovo anno inizia con il piede giusto per Fjord Spa, l’azienda bustocca leader nella produzione di salmone affumicato di qualità, che la scorsa estate aveva presentato al Tribunale di Busto Arsizio la domanda per l’ammissione alla procedura di concordato in continuità. Alla ripresa dell’attività giudiziaria dopo la pausa natalizia, in azienda è giunta la comunicazione ufficiale di ammissione alla procedura di concordato preventivo. Un passo fondamentale, atteso dal management aziendale, che, di fatto, mette un pilastro per il proseguimento dell’attività aziendale.

«Attendevamo con trepidazione questa decisione – commentaBeniamino Pellin – e nel frattempo non abbiamo fatto altro che continuare a produrre. I nostri dipendenti, dopo un periodo di cassa integrazione utilizzata in una percentuale variabile tra il 30 e il 40 per cento, da metà novembre hanno ripreso a lavorare a pieno regime». Il periodo natalizio, del resto, è certamente il più importante per l’attività dell’azienda e anche per i suoi bilanci.

«Abbiamo avuto un Natale discreto – continua Pellin – e, rispetto ai numeri presentati nel piano industriale consegnato in Tribunale, abbiamo anche avuto un incremento di fatturato. Certo, come tutti, abbiamo sofferto l’aumento del prezzo della materia prima, che è quasi raddoppiato». In ogni caso, i contratti con la grande distribuzione sono stati rinnovati e anche la regalistica e lo spaccio hanno dato risultati in linea con gli altri anni.

Ora inizia un nuovo periodo in cui attesa e lavoro continueranno a intrecciarsi «perchè la nostra attività deve proseguire», ribadisce Pellin. Il giudice del Tribunale di Busto Arsizio, infatti, oltre ad aver dato il via libera all’ammissione al concordato, ha aperto anche un bando di gara per l’acquisizione dell’azienda. L’ingresso di un nuovo socio, infatti, garantirebbe una iniezione di liquidità che porterebbe ossigeno ai bilanci e garantirebbe ulteriormente il futuro di Fjord Spa. Al momento c’è già una manifestazione di interesse. E’ chiaro che, essendo il bando aperto, la riservatezza sull’identità del cavaliere bianco è d’obbligo. Altri possibili investitori hanno tempo per farsi avanti fino al prossimo 6 aprile. Dopo di che si apriranno le buste e verrà scelta l’offerta migliore. Intanto i salmoni firmati Fjord continueranno ad essere sulle tavole dell’Italia e del mondo.

Emanuela Spagna