Fisco e lavoro, consulenti in pole

I consulenti del lavoro varesini, riuniti ieri in assemblea a Ville Ponti, confermano gli obiettivi per l’anno in corso: «L’assemblea ha tracciato un bilancio sia contabile, che politico su ciò che come sindacato unitario di categoria, abbiamo realizzato nel corso del 2015 – commenta il l presidente provinciale Ancl-up Ferdinando Butto -, proiettando le forze della squadra Ancl al 2016, in tema di semplificazione amministrativa in materia fiscale e di lavoro, di dimissioni on line da rivedere, di una miglior efficienza degli enti, Inps, Inail, Agenzia delle Entrate, Servizi per L’Impiego e Regione Lombardia. Non ci siamo inoltre dimenticati dell’abusivismo, della concorrenza sleale, dei rapporti con le associazioni sindacali dei datori di lavoro, dei dipendenti delle altre categorie professionali, oltre che di consolidare i rapporti tra noi consulenti del lavoro, che dobbiamo sempre più mirare alla professionalità e non alla politica dei prezzi. Da quest’anno vigileremo molto sui “falsi Ced“(centri elaborazione dati), sia della nostra provincia che a livello nazionale».

«Un altro impegno che prendiamo quest’anno nella nostra provincia – prosegue Butto -, in collaborazione con l’Ordine con cui si condividono quasi tutte le iniziative di categoria, è quello di coinvolgere i “giovani” (di idee e non solo di età), nell’ambito dei quadri dirigenziali per iniettare all’interno del nostro contesto quella nuova linfa di cui abbiamo sempre bisogno. Per i prossimi rinnovi dei Consigli, dell’Ordine (ottobre 2016) e dell’Ancl (aprile 2017), auspichiamo molte nuove candidature».