Fiera, conto alla rovesciaVarese ritorna in vetrina

La Prealpina - 31/08/2016

Oltre centocinquanta espositori su ottomila metri quadri coperti: sono numeri molto importanti quelli che caratterizzano l’edizione numero trentanove della Fiera di Varese, pronta per accogliere i visitatori alla Schiranna da sabato prossimo, 3 settembre, a domenica 11.

«Semplicemente un grande evento» lo definisce l’assessore comunale alle Attività produttive Ivana Perusin, secondo cui «la Campionaria è un punto di riferimento fondamentale per il territorio e anche per il turismo, perché attrae un numero crescente di persone da altre zone d’Italia e persino dall’estero».

Le fa eco il sindaco Davide Galimberti: «Una tradizione tutta varesina che avrà al centro proprio la promozione del nostro territorio, nell’ottica di una città sempre più turistica».

Il Comune avrà a disposizione uno spazio tutto suo dove, quasi ogni giorno, si terranno incontri a tema, dall’avviamento allo sport (sabato 3 settembre, ore 17) alla “Città dei Giardini” (domenica 4, stessa ora, anticipato da una discussione su “Varese città dello sport”), sino al freschissimo progetto di rilancio delle stazioni, peraltro inviato ieri al Governo centrale e che verrà svelato al pubblico proprio sabato pomeriggio alle ore 15.

Nello stesso luogo, giorno dopo giorno i passanti potranno realizzare un grande mosaico con gli inconfondibili mattoncini Lego, per svelare un’immagine particolarmente significativa per Varese nell’anno in cui si festeggia il bicentenario dell’elevazione a città.

La giornata inaugurale scatterà alle ore 11, quando i visitatori potranno scoprire le numerose novità previste dall’edizione 2016, ideale antipasto del quarantesimo anniversario che sarà celebrato l’anno prossimo.

In serata è annunciato uno spettacolo pirotecnico nella cornice del lago di Varese che attrarrà un gran numero di spettatori e di curiosi.

«Nell’area espositiva, l’ottanta per cento delle aziende ha confermato la presenza dell’anno scorso e, più in generale, il settanta per cento delle presenze negli stand vengono dalla Lombardia: di questi, un ulteriore settanta per cento è del Varesotto» sottolineano gli organizzatori di Chocolat Pubblicità, a conferma di un notevole ritorno commerciale per chi espone in fiera e dell’apprezzamento del pubblico, con 27mila presenze registrate nei giorni di apertura del 2015.

L’area destinata alla cultura, dove il Comune avrà il proprio spazio, rappresenta senz’altro una delle new entry di maggior impatto, grazie alla collaborazione di realtà quali Spazio Lavit e Associazione culturale Parentesi: l’area spettacoli garantisce invece balli, cabaret, esibizioni sportive e dirette televisive, mentre per i più piccoli è pienamente confermata l’area bimbi a cura di Labor Ars.

Qui una serie di laboratori creativi stimoleranno l’attività dei bambini con personale specializzato in attività ludiche e ricreative.

Ma la presentazione della Fiera 2016 è anche l’occasione, per il sindaco Davide Galimberti, di lanciare l’idea «di un’esposizione permanente, in un’area appositamente dedicata, che dovrà caratterizzare la nostra città per agevolarne la crescita. La Campionaria, indubbiamente, ha un’impostazione vincente: bisogna però trovare alcune peculiarità specifiche su cui caratterizzarla sempre di più, perché è sul terreno della necessaria e opportina specializzazione che si giocano le grandi sfide dell’economia locale e non solo».