Export sempre più dolce. E l’Oceania raddoppia

La Provincia Varese - 25/03/2016

ImmagineDal cioccolato, alla meccanica, ai prodotti manifatturieri; crescono le esportazioni delle aziende della provincia di Varese. Ma, vista ormai l’imminenza delle festività pasquali, è inevitabili partire dall’export del cioccolato lombardo e varesino; secondo i dati elaborati dalle Camere di Commercio di Milano e Monza, le esportazioni di dolci realizzati da imprese lombarde nel 2015, sono aumentate del 9.6% rispetto al 2014, come anche è cresciuto del 3% il numero di aziende operanti nel settore. Nello specifico, la provincia di Varese è tra le prime a livello regionale come numero di pasticcerie e gelaterie, che sono in totale 263, su un totale di imprese del settore di 386; a completare il quadro varesino, le 35 aziende che si occupano della produzione di cacao, cioccolato, caramelle e della pasticceria fresca, le 20 attive nel commercio all’ingrosso di zucchero, cioccolato e prodotti da forno e le 68 del commercio al dettaglio di pane, torte e dolciumi. Oltre 10 miliardi Ma le ottime notizie per l’export varesino arrivano anche da altri settori produttivi; secondo i dati elaborati dall’Unione degli Industriali della provincia di Varese, i conti del commercio estero varesino del 2015, si sono chiusi con un incremento delle esportazioni del 5.5%, rispetto all’anno precedente. In valori assoluti, le vendite oltre i confini nazionali delle industrie del Varesotto hanno raggiunto la cifra record di 10 miliardi e 400 milioni di euro. Dai numeri emerge la crescita dell’export della provincia di Varese verso i mercati dell’America settentrionale; un incremento addirittura in doppia cifra, pari al 10.4%. Un altro dato molto positivo è quello del mercato dell’Oceania, che fa segnare un raddoppio dei flussi commerciali (+ 100%). Crescono le esportazioni varesine verso i Paesi dell’Unione Europea (+ 4.9%) e verso quelli del Medio Oriente (+ 12.5%), mentre l’export verso l’Asia centrale conosce un vero e proprio boom pari a + 49.2%; unica nota stonata, è l’Asia Orientale, dove le esportazioni varesine calano dello 0.7%. Manifatture sovrane Ciò detto, quali sono però i prodotti dell’industria della provincia di Varese maggiormente apprezzati dai mercati esteri? Al primo posto troviamo sempre il settore manifatturiero; le esportazioni di macchinari made in Varese crescono del 12% e quelle del comparto metalmeccanico in generale del 7.1%. Cresce l’export ad esempio anche dei prodotti alimentari e delle bevande, che fanno registrate un ottimo + 6.6% rispetto al 2014; positivo anche il dato dei mezzi di trasporto, i quali Cioccolato re dell’export: il settore dolciario è in crescita del 9.6% Camera di Commercio e Univa snocciolano le cifre Il vero boom guarda verso Medio Oriente e Asia Centrale I DATI Crescita costante per il settore pasticceria. Numeri positivi per tutti i settori, in ripresa anche il tessile Export sempre più dolce E l’Oceania raddoppia fanno segnare una crescita del 5.5%. Segno positivo anche per il comparto del tessile e dell’abbigliamento, il cui export cresce dell’1.3%; bene anche l’industria della plastica (+ 4.7%), mentre segno negativo per il comparto della chimica, le cui esportazioni hanno subito un calo del 2% nel 2015 rispetto all’anno procedente. «A livello generale – sottolinea Univa – migliora anche il saldo della bilancia commerciale; le esportazioni hanno superato le importazioni per 4.2 miliardi di euro; un dato che è superiore del 7% rispetto al 2014»