Export: «La locomotiva d’Europa sarà un missile»

La Prealpina - 29/08/2017

“La Regione Lombardia è davvero speciale: siamo sul tetto d’Europa». Lo scrive, sul suo account Twitter, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, sulla scorta di un articolo pubblicato dal Sole24ore.

Lombardia, Emilia Romagna e Veneto competono alla pari con i Länder del Sud della Germania, che ne sono il motore dell’economia, tanto da posizionarsi accanto a questi nella classifica delle eccellenze europee nel commercio estero. In particolare poi, circa la Lombardia, con un valore di beni esportati pari a 112 miliardi di euro l’anno, la nostra regione è quarta in Europa ed è «sugli stessi livelli dell’intera Svezia, che, nel 2016, ha esportato beni per 118 miliardi di euro». Ai primi tre posti le tre regioni tedesche: Baden-Wurttemberg, Baviera e Renania settentrionale-Westfalia. Un tema che ha alimentato il dibattito di fine agosto (nella foto Archivio lo scalo Hupac).

«La Lombardia si conferma locomotiva del Paese, come dimostra lo strepitoso risultato raggiunto nel 2016 dal suo export, a 112 miliardi, il quarto a livello europeo dietro alle regioni tedesche del Baden-Wurttemberg, Baviera e Renania settentrionale-Westfalia. E la locomotiva della Lombardia, dopo il referendum sull’autonomia del prossimo 22 ottobre, diventerà un missile, perché potendo gestire risorse maggiori per 30 miliardi, e ulteriori competenze, anche su temi come le infrastrutture, daremo ancora più slancio e vigore al nostro tessuto produttivo e alle nostre esportazioni». Lo dichiara Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda. Al di là del riflettori politici, sono le aziende del territorio ad accrescere questo primato su scala internazionale.