Export e agricoltura Aperti due nuovi bandi

Intanto Camera di Commercio di Varese prosegue nel suo impegno di sostegno alle attività del territorio, anche attraverso l’erogazione di risorse tramite appositi bandi. Si aprono in questi giorni due nuove opportunità che riguardano le attività di export e il settore agricoltura.

Export

Camera di Commercio Varese apre l’edizione 2024 del bando export rivolto a imprese di qualsiasi settore che, in questo momento, generino sui mercati stranieri un volume d’affari inferiore al 20%. Le risorse complessive riservate alle aziende varesine ammontano a 100 mila euro, stanziate da ente camerale e Regione Lombardia. Per le nostre micro, piccole e medie imprese che vogliano sviluppare le proprie strategie di internazionalizzazione c’è la possibilità di usufruire di un contributo pari al 50% delle spese ammissibili, per un massimo di 15mila euro e con investimento minimo di 10mila euro. Entrando nei dettagli del bando, il sostegno potrà riguardare la possibilità di assistenza da parte di una figura qualificata esperta in internazionalizzazione, quali temporary e digital export manager o manager di internazionalizzazione. II progetto, da presentare in sede di domanda, potrà includere anche attività di analisi e ricerca sui mercati esteri, finalizzati all’individuazione di nuovi clienti o aree di interesse, attività perla definizione di un piano di sviluppo export, assistenza per contrattualistica internazionale o marketing digitale e rafforzamento o predisposizione di un team aziendale dedicato all’internazionalizzazione. Le domande potranno essere presentate telematicamente fino al 16 settembre, salvo esaurimento risorse. Domande online sul sito www.va.camcom.it, sotto la voce “Contributi e agevolazioni”.

Agricoltura

Camera di Commercio Varese rilancia un intervento agevolativo a sostegno delle aziende del settore agricolo per interventi volti a migliorarne redditività e competitività. Il bando ha l’obiettivo di sostenere le piccole e medie imprese del territorio nella produzione, trasformazione e commercializzazione dei loro prodotti agricoli. Le risorse complessive messe a disposizione sono pari a 134mi1a euro. Di questi, 20mila saranno destinati, come premialità aggiuntiva, a progetti che prevedono investimenti di sostenibilità. Le agevolazioni saranno erogate su investimenti minimi di 800 euro, sotto forma di contributo a fondo perduto del 50% delle spese ammissibili, fino a un massimo di 2.500 euro. Per le imprese femminili e giovanili, invece, il contributo potrà crescere fino al 60% delle spese e a un massimo di 3mila euro. Un ulteriore contributo fino a 2.500 euro per impresa potrà andare a quelle realtà che realizzeranno investimenti in tema di sostenibilità ambientale, finalizzati alla riduzione di sprechi, scarti di produzione, al contenimento dell’inquinamento delle fonti idriche, alla diminuzione del consumo di risorse, alla raccolta di acque piovane o all’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili. Le domande possono essere presentate fino al 25 luglio, salvo esaurimento risorse. Ulteriori informazioni e modulistica sul sito www.va.camcom.it, sotto la voce “Contributi e agevolazioni”.