Evasione fiscale, tasse e fisco Nuove materie sui banchi di scuola

La Provincia Varese - 25/10/2017

Meglio impararlo da piccoli: le tasse vanno pagate. E se fin da giovani i ragazzi capiscono perché bisogna pagarle, ma anche che cos’è l’evasione fiscale e cosa comporta, come funzionano i servizi pubblici e i diritti e doveri dei cittadini di fronte al fisco, allora si spera che cresceranno cittadini consapevoli, responsabili e attivi. È per questo che l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Busto Arsizio ha inaugurato un progetto didattico dedicato proprio agli studenti: “I Commercialisti …tornano a Scuola!”: un ciclo di lezioni dedicato agli alunni dell’ultimo anno delle scuole primarie e secondarie di tutto il territorio varesino. «Hanno aderito 15 istituti dell’Altomilanese e del Varesotto – spiega Paola Castiglioni, presidente dell’ODCEC di Busto Arsizio – Incontreremo in tutto circa 1.500 ragazzi, coinvolgendoli con percorsi didattici differenziati in base all’età». L’obiettivo è quello di diffondere tra i giovani la cultura della legalità fiscale, sensibilizzando le nuove generazioni sul rispetto delle regole fiscali e di stimolare la responsabilità civile e sociale. «I bambini dell’ultimo anno della scuola primaria sono invitati a riflettere, giocando, sulla utilità dei servizi pubblici e sul diritto/ dovere di pagare le tasse – spiega ancora Castiglioni – Con i ragazzi della secondaria di primo grado si ricostruisce il fondamento storico e costituzionale dell’obbligo contributivo. Nelle scuole secondarie di secondo grado l’attività di orientamento è finalizzato alla diffusione di una corretta e più attuale conoscenza del ruolo e delle diverse e molteplici attività svolte dal Dottore Commercialista». Un progetto che ha già riscosso il favore delle scuole, come racconta Renato Solemi, dirigente scolastico negli istituti Tommaseo e Prandina di Busto Arsizio: « Per i nostri studenti si tratta di un prezioso momento di contatto con la realtà esterna, un incontro con il mondo reale dal quale trarre notizie e insegnamenti quotidiani». E questa volta le scuole coinvolte saranno numerose: la De Amicis, la Volta, la Parini e la Manzoni di Gorla Maggiore; la Medaglie d’Oro, la De Amicis e la Wojtyla di Vergiate; la Don Carlo Costa Magna, la Gallazzi, la Pascal, la Bertacchi, l’Istituto Maria Immacolata, l’ITE Tosi, il Liceo Tosi e il Liceo Candiani di Busto Arsizio; la Carducci di Legnano; la Signorelli, la Don Milani e la Mayer di Cairate; il Collegio Rotondi di Gorla Minore; l’Istituto Gadda Rosselli di Gallarate; l’Istituto Comprensivo di Cassano Magnago 2; la Negri e la Don Milani di Magnago.