Estate latina, c’è Milano ma non Busto

Prealpina.it - 11/06/2022

Per un festival latino-americano che chiude i battenti (ma ancora non si è capito se per sempre o solo per quest’anno…), ce n’è un altro che li riapre. Insomma, se non è staffetta, poco ci manca. Dopo cinque edizioni in crescendo (l’anno scorso si era arrivati alla cifra record di 260 mila spettatori), la kermesse latina che aveva trovato casa a MalpensaFiere ha infatti detto stop. Per farla breve, niente più musica da giugno a settembre; basta con ristoranti etnici, attrazioni varie o danze scatenate.

Archiviati due anni di stop causa pandemia, è invece semaforo verde per il Milano Latin Festival, ritornato in bello stile nella serata di ieri con il concerto di Marc Anthony, uno dei grandi re della salsa contemporanea, ospitato nel tradizionale spazio del grande parcheggio Atm di Assago (proprio vicino all’uscita del metrò della linea verde). A due passi dal Forum, il villaggio del Milano Latin Festival evoca l’America Latina e i Caraibi in un’area di 12 mila metri quadrati: qui andrà in scena una kermesse lunga 69 giorni (la chiusura è prevista per il 16 agosto), tra eventi folkloristici e culturali, libri, mostre, balli latini, gastronomia e prodotti tipici tra ristoranti, street food, chiringuito e tantissimi concerti. Una cinquantina in tutto, a prezzi estremamente contenuti, con protagonisti molti big della musica latina tanto moderna quanto tradizionale: dalla salsa al reggaeton.

Alcuni degli ospiti più quotati? I brasiliani Carlinhos Brown e Anitta, Los Van VanOscar d’Leon, il colombiano CamiloFred Palma e la nostra Baby K.