Eolo fra le mille migliori aziende d’Europa

La Prealpina - 16/06/2016

Eolo spa è stata identificata come una delle “1000 aziende per ispirare l’Europa”, il report del London Stock Exchange Group che seleziona ogni anno mille aziende europee di eccellenza e che è stato presentato ieri al Parlamento Europeo.

Per essere incluse nella pubblicazione, le imprese devono registrare una forte crescita nei ricavi nell’arco degli ultimi tre anni, raggiungendo risultati significativamente migliori dei colleghi appartenenti allo stesso settore.

«Siamo orgogliosi che Eolo sia una delle mille aziende prescelte per “ispirare l’Europa”. Sin dal 1999, anno di nascita della nostra società, abbiamo sempre creduto nel nostro progetto, ovvero aiutare l’Italia nel superamento del digital divide. Oggi Eolo, la principale rete privata wireless fissa a banda larga in Italia, è una realtà in costante crescita, a capitale interamente italiano, con un’età media dei dipendenti di poco superiore ai 30 anni – afferma Luca Spada, ceo e fondatore dell’azienda hi-tech –. Da sempre investiamo in ricerca e sviluppo ma, soprattutto, nelle persone: questo riconoscimento così prestigioso testimonia che stiamo andando nella direzione giusta», conclude l’ad.

Una ricerca che «dimostra come le Pmi ad alta crescita rappresentino la forza trainante dell’economia europea. Mentre il settore pubblico e le grandi aziende non hanno creato posti di lavoro per molti anni, queste aziende stanno crescendo e impiegano ad una velocità incredibile. E poiché, per definizione, queste società sono innovatrici, i posti di lavoro che creano tendono ad essere più qualificati e pagati, contribuendo a dare ai giovani europei le prospettive economiche che meritano – dichiara Xavier Rolet, ceo del London Stock Exchange Group -. È quindi fondamentale garantire a queste imprese l’accesso a finanziamenti adeguati, per far sì che continuino a investire, crescere e diventare i grandi datori di lavoro di domani». Il report “1000 aziende per ispirare l’Europa” ha ricevuto il sostegno politico internazionale con il contributo di Markus Ferber, Cora van Nieuwenhuizen, Othmar Karas, Alain Lamassoure, deputato europeo, Paul Tang, europarlamentare e Kay Swinburne (www.1000companies.com).

Fondata nel 1999, l’azienda è oggi leader nel campo della banda ultralarga, per il mercato residenziale e delle imprese: conta oltre 270 dipendenti e nell’ultimo anno fiscale, chiuso il 31 marzo 2016, ha registrato ricavi per 57 milioni di euro, in crescita del 30% rispetto al precedente esercizio.