Economia varesina a canestro con 150mila euro

La Prealpina - 29/03/2018

Sport e crescita economica possono andare a braccetto e portare a casa risultati. Lo dimostra il giro di affari che sarà generato in questo fine settimana pasquale grazie al Trofeo Garbosi e al Torneo Giovani Leggende di basket giovanile. A conti fatti, considerando atleti, allenatori, staff di squadra e famiglie, si prevedono circa 1.200 pernottamenti negli alberghi varesini, garantiti dalle due competizioni

Non solo. Inevitabile sarà qualche serata in compagnia in pizzeria o al ristorante, qualche brindisi in birreria o l’acquisto di regali da portare a casa.

In totale si prevede che gli incassi non siano inferiori ai 150mila euro,, secondo quanto elaborato – sulla base dei dati degli anni passati – dall’ufficio studi e statistica della Camera di Commercio varesina. La conferma, insomma, di quanto lo sport sia anche un formidabile strumento di valorizzazione turistica del territorio: «Arrivi e soggiorni di atleti, tecnici e dirigenti generano un interessante giro d’affari – sottolinea il presidente della Camera di Commercio Fabio Lunghi –, con ricadute economiche a favore delle strutture ricettive del nostro territorio. Come Camera di Commercio abbiamo dato vita alla Varese Sport Commission proprio allo scopo di valorizzare, attrarre e dar risalto a sempre più eventi delle varie discipline, agonistici e non, in grado di muovere praticanti e appassionati, familiari e accompagnatori».

Un’ottima occasione, dunque, per farsi conoscere anche all’estero. Basti pensare, infatti, che tra le squadre partecipanti al “GiovanI Leggende” oltre a quella americana del team Ohio, vincitrice delle ultime tre edizioni, ci saranno anche la formazione serba del Partizan Belgrado e tre tedesche: Bayern Monaco, Bamberg e Ulm.

«Si calcola che portando in terra prealpina diverse formazioni – sottolinea Giuseppe Livio, direttore del torneo – il nostro evento garantisca almeno 500 pernottamenti nelle strutture ricettive locali».

Ai numeri del “Giovani Leggende” vanno infatti aggiunti quelli del Trofeo Garbosi, con le sue categorie che vanno dall’under 12 fino all’under 14, dove saranno impegnati ragazzi provenienti non solo da diverse regioni italiane, ma anche dalla Bosnia Erzegovina.

«Se la gran parte dei ragazzi risiede in famiglie varesine che li ospitano, – ricorda Paolo Vittori, il grande campione dell’Ignis che da quasi quarant’anni organizza la competizione –. rimangono alcune società che usufruiscono dei servizi alberghieri. Considerando tre pernottamenti in media, si arriva ad almeno 500 complessivi». Aggiungendo qualche genitore che raggiunge i propri figli per una o due notti si arriva facilmente ai 1.200 pernottamenti garantiti dalle due competizioni previsti.