E l’export lombardo corre ancora

La Prealpina - 21/06/2022

Bolla energetica, materie prime introvabili e guerra non fermano l’export delle imprese lombarde nel primo trimestre dell’anno. Le vendite all’estero sono cresciute del 4,9% rispetto al trimestre precedente, mettendo a segno un valore di 38,4 miliardi. Il confronto con il primo trimestre del 2021 è ampiamente positivo (+26,3%) e migliore del risultato italiano (+22,9%).

«Questi numeri sono il segno che le aziende lombarde hanno un ottimo posizionamento sui mercati internazionali – ha commentato l’assessore regionale allo sviluppo economico Guido Guidesi- grazie alla qualità dei prodotti e all’offerta di servizi personalizzati per i clienti esteri. Sono altresì convinto che a medio-lungo termine saremo in grado ulteriormente di migliorarci se presenteremo alle aziende lombarde, che ancora non esportano, strumenti di formazione e accompagnamento all’internazionalizzazione. Questo evidentemente al netto di tutti quei fattori economici e geopolitici che continuano a limitare il nostro potenziale perché imprevedibili».

L’incremento a due cifre interessa tutte le province lombarde. Varese brilla in modo particolare mettendo a segno un +55%, con una performance particolarmente positiva dei mezzi di trasporto (+75%) e dei prodotti tessili e abbigliamento.

I risultati a livello lombardo, sono ottimi nei confronti di tutti i principali paesi di destinazione, in primis verso i paesi dell’Unione europea a 27 (+26%), l’America settentrionale (+37,5%) e i Paesi europei non Ue (+16,7%) che apportano i maggiori contributi positivi alla crescita complessiva. Mantengono un peso determinante i flussi verso la Germania (+30,3%), la Spagna (+28,2%) e la Francia (+19,3%). Svizzera (+20,6%).

«Le imprese lombarde continuano a mostrare una incredibile capacità di adattarsi alle condizioni economiche in continua evoluzione: nonostante fattori negativi esogeni vecchi e nuovi» ha commentato aprendo i lavori del 23° meeting dei Segretari Generali delle Camere di Commercio Italiane all’Estero il Presidente di Unioncamere Lombardia e di Assocamerestero Gian Domenico Auricchio.