E la “Casa in piazza” trasloca alla Schiranna

La Casa in piazza si sposta in fiera. Fra le novità dell’edizione 2019 della kermesse dalla Schiranna, la più interessante è il trasloco della borsa immobiliare dell’area varesina: dopo otto edizioni in piazza Monte Grappa, si cambia sede, con vista sul Lago di Varese: «Essendo la fiera – ha spiegato Giacomo Mazzarino, dirigente della Camera di commercio – una delle poche realtà di questo tipo sul territorio che, ogni anno, si rilanciano e crescono, siamo fortemente interessati a sostenerla. E quindi abbiamo unito l’utile e al dilettevole, arricchendo l’offerta dell’evento fieristico e spostando lì la Casa in piazza». Il format è consolidato e rimarrà quello sperimentato nelle precedenti edizioni: «Ci saranno le agenzie immobiliari – continua Mazzarino – che presenteranno le proprie offerte di abitazioni, appartamenti e stabili per sostenere il mercato delle costruzioni e del mattone, un settore trainante per l’intero territorio. Inoltre vogliamo fare passare un messaggio al consumatore per cui, in un periodo di spinta verso la disintermediazione, la professionalità in ambito immobiliare è ancora fondamentale». In tal senso, oltre agli stand e ai professionisti dei mediatori, vale a dire Anama, Fiaip e Fimaa, saranno presenti tra gli stand alla Schiranna anche i rappresentanti dei costruttori di Ance, il Consiglio notarile di Milano e l’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Busto Arsizio e Varese, oltre alle associazioni dei consumatori.

La “Fiera ”delle novità alla conquista del centro

Confermato l’ingresso gratuito, che ha permesso di far esplodere le presenze da meno di 20mila alle 53mila dell’anno scorso. Ma, l’edizione 2019 di Fiera Varese, presentata ieri mattina a Palazzo Estense, si presenta al via con moltissime novità. A partire dal taglio del nastro, anticipato a venerdì, con l’apertura-aperitivo delle ore 18.30, all’ingresso spostato sul lato rivolto al lago. E ancora: per chi in passato faticava a trovare parcheggio, stavolta non ci saranno problemi, perché, al costo di 3 euro saranno disponibili 450 posti in più, di fronte al vecchio ingresso, vale a dire sulla destra guardando il lido della Schiranna. Altra novità sarà il doppio filone della prima edizione di “Fuori fiera”: chi parcheggerà in fiera potrà infatti utilizzare, nello stesso giorno, il medesimo tagliando per sostare gratuitamente in centro sulle strisce blu e potersi godere le proposte che, nei dieci giorni, hanno pensato i commercianti, fra cui lo sbaracco organizzato fra il 7 e il 9 settembre, aperitivi speciali, promozioni e tanto altro. Il secondo fronte cittadino sarà in piazza Monte Grappa dove, ogni giorno fino alla chiusura di domenica 15 settembre, ci saranno eventi sportivi fra prove e presentazioni, con la Pallacanestro Varese, che si mostrerà per la prima volta al completo giovedì 12 settembre. «Siamo molto soddisfatti – ha spiegato Ivana Perusin, assessore alle Attività produttive – perché ogni anno aumentano i partecipanti e le collaborazioni. La crescita della Fiera coinvolge positivamente i 160 espositori, oltre il settanta per cento del nostro territorio, che mi raccontano di come l’evento Fiera, permetta loro di creare il business utile per l’anno intero». Le novità sono state illustrate anche da Michela Ferro: «Sposteremo l’ingresso sul lato di fronte al lago – ha detto la responsabile di Chocolat pubblicità, co-organizzatori con il Comune di Varese – e, con il nuovo parcheggio, dovremmo risolvere uno dei problemi cronici dell’evento. Partiamo di venerdì, lasciando libero il primo sabato mattina». Immancabile, così come la media partnership della “Prealpina”, è il talk show quotidiano delle ore 19, condotto da Morena Zapparoli che ha ricordato, nell’ordine, gli ospiti: Mario Giordano, Eva Henger, Edoardo Raspelli, Klaus Davi, Daniele Bossari, Candida Livatino e Massimo Boldi. Fiera vuol dire anche cibo, con la conferma dello stand gestito da BaVarese Prost Fest. Qui, fra le novità, è stata ricordata la presenza del birrificio artigianale Orso Verde di Busto Arsizio e di Takoyaki, lo show cooking dal Giappone, assieme alla griglia argentina, lo gnocco fritto, tapas, polpette, paella, hot dog, churros e il mix di patate, formaggio e speck dal Trentino. Infine, come illustrato da Marcello Amirante e VareseSport, dopo il successo degli anni scorsi, l’area dedicata al cibo ospiterà la presentazione, ogni sera, di tredici associazioni sportive del territorio (ore 19.30 e 20.30). Non resta che invadere la Schiranna e, chissà, provare a superare il muro delle 60.000 presenze.