Due terzi delle imprese varesine operano nei servizi e nel commercio

Varesenews - 07/02/2017

Quasi un’impresa su due in provincia di Varese opera nel settore dei servizi. Per l’esattezza il 40% delle 61.909 imprese attive registrate nel 2016 dalla Camera di Commercio ha a che fare con questo mondo seguito dal commercio (24%), Costruzioni (18%), manifatturiero (14%) e l’agricoltura e pesca (2,8%).Imprese varesine
Rispetto ai dati del 2015, fotografati sempre dall’ufficio studi della Camera di Commercio, si registra ancora una contrazione del tessuto imprenditoriale nell’area manifatturiera (-1,44%) mentre i servizi sono cresciuti (+0,92%) così come il commercio (+0,81%) e la stessa agricoltura (+0,17%), pur su un numero di imprese limitato, pari a 1.740.

Sempre in difficoltà, ma sensibilmente meno rispetto agli anni precedenti, sono i settori delle costruzioni (-0,78%) e dell’artigianato (-0,77%). Quest’ultimo registra ora 21.740 imprese.
All’interno dei macro aggregati, si svelano alcune particolarità: nel manifatturiere resiste la metallurgia, che passa da 110 a 114 imprese, seguita dalla fabbricazione di autoveicoli e rimorchi, da 65 a 67, e dal comparto della riparazione e manutenzione, in salita da 500 a 512.
Quanto al terziario, quasi tutti i comparti evidenziano un segno positivo, tranne le attività immobiliari e il trasporto e magazzinaggio. In particolare, bene tutti i servizi alla persona (istruzione, sanità, intrattenimento e sport) e quelli alle imprese.