Dopo i saldi lo Sbaracco fra shopping ed evento

La Prealpina - 01/09/2017

Ieri ultimo giorno di saldi, ma le occasioni nei negozi del centro continuano senza indugio: da oggi tre giorni di promozioni con “Lo sbaracco”, un appuntamento cui gli appassionati di shopping, e non solo, non potranno mancare. Negozi di abbigliamento, calzature, arredo casa e tante altre attività: in totale settanta commercianti aderiranno all’iniziativa e per i clienti sarà l’occasione per lanciarsi negli ultimi affari della stagione, contando su promozioni e prezzi assolutamente vantaggiosi, e, perché no, sbirciare in anteprima le nuove collezioni della stagione autunno/inverno.

Oggi e domani lo Sbaracco avverrà all’interno dei negozi mentre domenica 3 settembre a fare la differenza saranno le bancarelle esterne al punto vendita, sulle quali i negozianti esporranno la merce in promozione. A dare un tocco di classe in più sarà il kit uguale per tutti composto da un tavolo espositivo, tovaglia e fiori bianchi e rossi come i colori della Città Giardino. Lo Sbaracco non prevede solo affari per i più grandi, anche i più piccini potranno divertirsi e passare una splendida domenica di animazione: gonfiabili in piazza Battistero, truccabimbi in via Marconi, spettacoli di magia, baby dance e balli di gruppo in piazza Carducci e Galleria Manzoni. Le attività si terranno anche in caso di pioggia, spostandosi in luoghi più riparati come Galleria Manzoni e Piazza Forzinetti.

Lo Sbaracco non è stato inventato a Varese, in diverse città italiana è di casa: «Per Varese è l’edizione zero, come è la prima volta che un evento riunisce tutte le associazioni di categoria. Siamo molto soddisfatti del numero di adesioni tra i commercianti, questo format potrebbe essere replicato un paio di volte all’anno, in corrispondenza della fine dei saldi e magari essere esteso anche alle castellanze», ha dichiarato l’assessore alle Attività Produttive Ivana Perusin, che ha presentato l’iniziativa ieri a Palazzo Estense, insieme agli organizzatori. Erano presenti il portavoce del comitato “Diamoci una mano varesini” Paolo Ambrosetti, il direttore di Confcommercio Ascom Varese Roberto Quamori Tanzi, la presidente Fismo Confesercenti Sara Calzoni, la vicepresidente Aime Graziella Roncati Pomi e Alexandra Dopre, che si occuperà degli addobbi floreali.

L’iniziativa è stata finanziata tramite il Distretto Urbano del Commercio. Grande è l’entusiasmo di chi ha aderito per un’iniziativa che nelle altre città italiane riscuote un bel successo: «La nostra aspettativa è riuscire ad avere il maggior numero di clienti e comunque di avere un bel viavai, vogliamo mostrare a tutti la bellezza del centro e le opportunità che esso offre», ha detto Graziella Pomi Roncati. Per Paolo Ambrosetti l’iniziativa è «una grande azione di marketing da parte dei commercianti, che stanno lavorando in grande sinergia» e, citando la definizione coniata dal “collega” Graziano Centomo del comitato di via Sacco, ha aggiunto che la suggestione è «quella di pensare al centro come un grande Varese Shopping Center»: una vera alternativa, dunque, ai centri commerciali fuori città.