Dopo 482mila dosi, l’hub vaccinale si trasforma in 2.0

La Prealpina - 01/10/2021

-È stata la festa di tutti quei volontari che a partire dal 31 marzo 2021 hanno portato il loro preziosissimo contributo all’hub vaccinale di MalpensaFiere. Che da oggi diventa un centro 2.0 con riduzione delle linee da 30 a 10 e trasferimento delle attività al primo piano, in Sala Caproni.

Volontari della Croce Rossa e della Protezione Civile, infermieri e personale sanitario, hanno ricevuto i complimenti e il “grazie” di Guido Bertolaso, tornato ieri pomeriggio nel centro di via XI Settembre. «Vi porto il saluto del
presidente Attilio Fontana e dell’assessore Letizia Moratti – così Bertolaso si
è rivolto ai tanti volontari presenti -.
Ricordo ancora il giorno della visita del generale Figliuolo, che rimase impressionato dal livello di eccellenza di questa struttura. Ricordo anche le facili ironie di chi gli chiedeva se fosse venuto qui a commissariare la Lombardia.
Battute ridicole. Prontamente smentite dai fatti. Avete dato una gioia straordinaria a migliaia di persone (ad oggi a
MalpensaFiere sono state vaccinate 482.490 persone, ndr). Dovete portarvi quest’orgoglio per tutta la vita».
«È un piacere e un onore vedervi tutti insieme – ha aggiunto il d.g. di Asst Valle Olona Eugenio Porfido -. Rappresentate l’Italia del fare, quella che quando c’è bisogno risponde presente e non si sottrae mai all’impegno».

Il presidente della Commissione Sanità di Regione Lombardia, il varesino Emanuele Monti, ha fatto presente «che se la Lombardia fosse uno stato, sarebbe il quinto al mondo per quanto riguarda la campagna vaccinale».

Il presidente della Camera di Commercio di Varese, Fabio Lunghi, ha sottolineato: «Non ho ricevuto altro che complimenti per l’efficienza di questo hub, e il merito è tutto vostro». Applausi per tutti e vera e propria standing ovation per chi in questi sei mesi si è speso anima e corpo per far funzionare la “macchina” di MalpensaFiere. Come la Croce Rossa Italiana, rappresentata dalla presidentessa del comitato di Busto, Simona Sangalli («Siamo stati presenti in 115, abbiamo fatto il massimo») , la Protezione Civile con Alberto Barcaro («Ringrazio il presidente della Provincia Emanuele Antonelli e tutti i volontari») e Cristina Rota, responsabile Urp Asst Valle Olona. In platea, tra gli altri, oltre allo stesso Antonelli, Marco Magrini (dirigente Ats Insubria), Marino Dell’Acqua (direttore sociosanitario Asst Valle Olona) e Giuseppe Catanoso (direttore sanitario Ats Insubria).