Donne al timone in azienda A Varese sono più di 12mila

Quando il padrone è donna. È fatto di luci e ombre il bilancio 2017 relativo alle imprese al femminile, anche se in Lombardia, a seguire lo studio di Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi, la situazione è di gran lunga migliore che altrove.

Del milione e 300 mila imprenditrici donne italiane che creano qualcosa come 2,5 milioni di posti di lavoro, in Lombardia si contano all’incirca 156 mila aziende a guida rosa (+0,6% rispetto al 2016) – 41 mila le imprese attive nel commercio, 22 mila nelle attività di servizi alla persona, 16 mila nell’alloggio e ristorazione, 14 mila nelle attività manifatturiere- per oltre 400 mila addetti.

Comanda, e non è una novità, Milano con 53 mila imprese e 145 mila lavoratori. La provincia di Varese? Si piazza al quarto posto a livello regionale.

Nell’ultimo anno le imprese femminili del Varesotto, che hanno toccato quota 12.356 al 31 dicembre 2017, sono cresciute dello 0,3%. Una crescita leggermente inferiore rispetto al +0,6 registrato in ambito regionale. Parlando in generale, le donne a capo di un’azienda sono in percentuale ancora solo il 21,8% del totale nazionale. Un dato identico rispetto al 2016.

A crescere, sempre in ambito tricolore, sono state soprattutto le imprese femminili guidate da una straniera: erano il 9,1% delle imprese femminili il 30 giugno 2014 e sono salite al 10,4% del 30 giugno 2017.

Restando in tema, le imprese lombarde capitanate da donne straniere sono oltre 21 mila, con un peso del 17,1% sul totale italiano. Milano con circa 10 mila imprese femminili straniere è prima in regione e da sola pesa l’8% nazionale superata in Italia solo da Roma, con 11 mila. In regione la seguono, invece Brescia, (2.682 imprese), Bergamo (1.951), Varese (1.318) e Monza Brianza (1.242).

Per presenza di imprese straniere sul totale delle imprese femminili, Milano è prima con il 18,4%, superiore alla media regionale (13,4%) e nazionale (10,6%). Intorno al 12% Brescia, Mantova, Bergamo e Lodi. Poco sotto Varese. Infine, le imprese femminili con titolari under 35 attive in Lombardia sono circa 20 mila con un peso del 13% sul totale italiano. Oltre 6 mila quelle attive a Milano e 1.500 nel Varesotto.