Domenica a Malpensa decolla lo sciopero

La Prealpina - 13/12/2018

Domenica di scioperi a Malpensa, incrociano le braccia i dipendenti di Airport Handling, i piloti (Anpac) di Vueling e il personale navigante (AP) di Air Italy. Potrebbe essere a rischio qualche volo per via del sovrapporsi di varie agitazioni proclamate da diverse organizzazioni sindacali.

Quella più significativa, per lo scalo gestito da Sea, si preannuncia lo stop del personale di Airport Handling presso gli scali di Malpensa e Linate, nella fascia oraria compresa tra le 11 e le 15. Lo sciopero è stato indetto dalle sigle Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uilt-Uil e Ugl-Ta, a cui si è aggiunta la Cub Trasporti, che aveva inizialmente proclamato la mobilitazione per il 30 novembre. «Per il riconoscimento del premio aziendale, contro l’imposizione delle ore incrementali, per il riconoscimento dei diritti acquisiti al personale arrivato da altri handling e neoassunto, per il ritiro dei provvedimenti disciplinari per gli scioperi, per il rispetto dei tempi della programmazione dei turni di lavoro, per il corretto pagamento dei contratti part-time» si legge nel volantino Cub.

Sempre nella stessa fascia oraria è prevista un’agitazione delle personale di handling e vigilanza della società Icts a Malpensa e Linate, proclamata in questo caso da Filt-Cgil e Uiltrasporti. Ancora domenica incrocerà le braccia il personale di due compagnie aeree attive in brughiera. Si asterranno infatti dal turno di lavoro per quattro ore (anche qui, dalle 11 alle 15) i piloti di Vueling aderenti alla sigla Anpac e il personale navigante di Air Italy aderente alla sigla AP. Trattandosi di una protesta a carattere nazionale, potrebbe comportare qualche ritardo o cancellazione anche sui voli in arrivo o in partenza da Malpensa.