Derubato il presidente Ascom

La Prealpina - 26/06/2017

«Arrivare a 70 anni e farsi fregare da una ragazzina è proprio il massimo». Prova ad usare un po’ di autoironia Delio Riganti (nella foto Blitz sopra a sinistra), presidente di Ascom che, nella mattinata di ieri, ha subito un furto al cimitero centrale di viale Milano. «Vado lì tutte le domeniche alla tomba di famiglia», racconta. Tutto è avvenuto nel giro di pochi istanti: «All’ingresso ho incontrato una giovane zingarella, mi ha chiesto una sigaretta. Poi mi ha seguito, mi ha afferrato il braccio dove avevo il cero e l’accendino dicendo che aveva fame. Sono andato via e subito dopo mi sono accorto che era riuscita a sfilarmi un braccialetto d’oro che avevo al polso». Ricorda bene ogni dettaglio, tranne il momento esatto del furto: «Non ho sentito nulla e non so proprio come abbia fatto. Aveva anche la sicura, ci mettevo sempre un po’ a metterlo e toglierlo».

Un episodio sgradevole che si somma ad altri degli ultimi mesi: «Lo scorso anno una donna aveva appoggiato la borsa alla tomba per poi andare a prendere l’acqua per i fiori. In un attimo uno dei questuanti le ha preso la borsa ed è scappato via. Ho provato a inseguirlo ma non è servito a nulla. Sono troppo vecchio». Questo unito alla continua presenza di stranieri che chiedono l’elemosina l’ha spinto a fare un appello pubblico al sindaco: «Vanno mandati via, bisogna trovare una soluzione».

Dal canto suo Andrea Cassani (nella foto Blitz sopra a destra) mostra solidarietà nei confronti di Riganti: «Mi dispiace per quel che è accaduto. Mi sono davvero stufato di dover accogliere questa gente che poi viene qui a delinquere». Per fare di più serve l’aiuto di tutti: «Non possiamo mettere una telecamera per ogni angolo e un agente per ogni cittadino», afferma il leghista. «Per la sicurezza abbiamo fatto molto e non lo diciamo soltanto noi. Lo dicono anche i membri dell’opposizione. Ma non è mai abbastanza». I cittadini hanno, in questo un compito fondamentale: «Devono denunciare questi furti. Perché se non lo fanno nelle statistiche emerge che a Gallarate i reati sono in diminuzione».