Decolla a Malpensa il primo volo Air Italy

Mercoledì il volo dell’ultimo Md82 di Meridiana da Olbia. Ieri il primo volo intercontinentale della nuova Air Italy, decollato alle 2 dall’aeroporto di Milano Malpensa e diretto a Zanzibar.

La svolta è impressa, non si può più tornare indietro. Come annunciato due settimane fa, con il primo marzo è cominciata ufficialmente l’era della compagnia Air Italy, dopo l’ingresso di Qatar Airways nella holding Aqa con il 49% delle quote (il restante 51% è di Alisarda), con l’obiettivo dichiarato di sfidare Alitalia per diventare la prima compagnia aerea italiana.

È dunque arrivato a compimento il processo di integrazione delle attività operative delle due compagnie del Gruppo (Meridiana fly e Air Italy), con la conseguente unificazione del personale e delle rispettive strutture organizzative. I nuovi soci hanno deciso di puntare su Air Italy, un nome internazionale che richiama immediatamente al Belpaese, attraverso un profondo processo di rebranding aziendale sintetizzato dallo slogan: “Ciao Meridiana, welcome Air Italy”.

Rimarrà dunque nella storia dell’aviazione commerciale italiana il primo volo intercontinentale della nuova Air Italy, codice IG3254, decollato ieri notte da Malpensa e diretto all’aeroporto Internazionale Abeid Amani Karume dell’isola di Zanzibar. Il primo volo nazionale è stato invece l’IG1111, Olbia-Roma Fiumicino, che ha lasciato la Costa Smeralda alle sette del mattino.

Dalla compagnia spiegano che «l’integrazione delle strutture operative dei due vettori nella nuova Air Italy spa consentirà una migliore e più efficiente organizzazione dei servizi al cliente e del network di collegamenti offerti, incentrati su due basi principali, Olbia per i voli di corto raggio e Milano Malpensa per i voli internazionali e intercontinentali».

Gli aeromobili B737 e B767 attualmente operativi resteranno in livrea Meridiana fino all’uscita dalla flotta, mentre dalla prossima primavera è previsto l’ingresso di tre Boeing 737 Max 8 e di cinque Airbus A330-200 con la nuova livrea, dominata da una versione rivisitata del tricolore con il granata del Qatar a sostituire il rosso e un verde acqua, insieme al bianco, a completare la colorazione.

Verrà invece conservato lo storico codice “IG”, che ha contraddistinto l’attività della compagnia sin dalla sua costituzione nel 1963, come Alisarda, trasportando da allora oltre 100 milioni di passeggeri. La storia continua, ma con un nuovo nome. Meridiana è ufficialmente sparita dai cieli italiani.