Dalle telecamere alle inferriate Fondi da investire in sicurezza

Nuovi fondi a favore delle attività più esposte a problemi di sicurezza. Lo scorso anno hanno beneficiato del contributo 58 imprese varesine, per un totale di 150mila euro. Per il 2016, il bando Impresa sicura di Regione e Camere di Commercio della Lombardia mette a disposizione complessivamente oltre 2 milioni di euro per le piccole e medie aziende commerciali e artigiane. Risorse che potranno essere utilizzate per investimenti innovativi che aumentino la sicurezza così da prevenire furti, rapine e atti vandalici. Per il mondo del commercio, possono usufruirne gioiellerie, farmacie, tabaccai, distributori di carburanti, profumerie, negozi di telefonia, abbigliamento e calzature, bar e ristoranti; per le imprese artigiane, le categorie coinvolte sono quelle della fabbricazione di gioielli e orologi, abbigliamento, pelle e pellicce. Il contributo previsto è a fondo perduto, pari al 50% delle spese, da un minimo di 500 a un massimo di 5.000 euro, per l’acquisto e l’installazione, al netto dell’Iva, di sistemi di sicurezza (video-sorveglianza, antitaccheggio, casseforti, serrande e saracinesche, inferriate e porte blindate). Ma anche sistemi biometrici, di pagamento elettronico e di rilevazione delle banconote false, telecamere termiche, dispositivi aggiuntivi di illuminazione notturna esterna e automazione nella gestione delle chiavi. Le domande di contributo potranno essere presentate, attraverso il sito webtelemaco, dalle 9 di oggi alle 16 del 13 ottobre (www.va.camcom.it).