Da 100 a 1: presentata a Busto la Tre Valli Varesine Women

Informazioneonline - 10/09/2021

1 sta a 100 come Tre Valli Varesine significa ciclismo d’élite maschile e, per la prima volta quest’anno, anche femminile. Sì, perché l’edizione numero 100 della gara dei professionisti, grande classica della “Binda” e del World Tour, si vestirà (ed è una primizia assoluta) anche di “rosa”, con la corsa femminile che si svilupperà su un percorso simile a quello maschile, nella stessa giornata (martedì 5 ottobre) con quattro giri del circuito cittadino di Varese, per un totale di 92 chilometri. Comun denominatore delle corse sarà anche la partenza, da Busto Arsizio (da “casa Eolo” in via Gran San Bernardo, con il chilometro zero di fronte al Municipio, in viale Duca D’Aosta). Alle 9.30 lo “start” della gara femminile, a mezzogiorno gli uomini. Un grande sforzo organizzativo, che coinvolge la Binda e uno staff di circa 400 persone, raddoppiato su due eventi, con quindici moto di servizio, forze dell’ordine, polizie locali, Croce Rossa e Protezione civile.

La Tre Valli Varesine Women è stata presentata questa mattina in sala consiliare a Busto Arsizio, alla presenza del sindaco Emanuele Antonelli, dell’assessore allo Sport, Laura Rogora, del patron della società ciclistica “Alfredo Binda”, Renzo Oldani, e del presidente e amministratore delegato di e-work, Paolo Ferrario, “main sponsor” della corsa femminile.

La curiosità. Anche tutto lo staff organizzatore è composto da donne, un gruppo che si è consolidato nel tempo (la coordinatrice delle squadre sarà Noemi Cantele), pronto a proporre la manifestazione che scatterà il 5 ottobre alle ore 9.30 da via Gran San Bernardo a Busto Arsizio per concludersi nel centro di Varese, dopo 92 chilometri di corsa, poco prima di mezzogiorno.

La prima parte del tracciato, di 45 chilometri (15 dei quali a Busto Arsizio), sarà in “linea”; poi, una volta che la corsa transiterà da via Sacco a Varese, inizierà il circuito finale, di poco meno di 12 chilometri da ripetere quattro volte, con l’ascesa del Montello (su un tracciato ridotto rispetto ai professionisti) e la salita che da Schiranna porta al centro di Varese, passando dalle località di Bobbiate e Casbeno. Conclusione nella centralissima via Sacco, lo stesso arrivo della Tre Valli Varesine riservata ai professionisti. GUARDA IL VIDEO


Le voci. «Il movimento ciclistico femminile è in continua evoluzione e la nostra Società in questo 2021 ha deciso di dare il proprio contributo alla visibilità delle gare ciclistiche con protagoniste le donne – ha affermato il presidente Renzo Oldani – Nasce così la prima edizione della Tre Valli Varesine al femminile. Per noi è l’opportunità di riprendere un’attività organizzativa iniziata nel 2014, quando ospitammo la prova unica di Campionato Italiano donne élite e juniores».

Main sponsor della prima edizione della Tre Valli Varesine al femminile è il gruppo e-work, che a Busto Arsizio sostiene anche la squadra di volley femminile e nel mondo sportivo in rosa regala una partnership pure al Basket Faenza. Il gruppo, come ha ricordato il presidente e amministratore delegato, è in prima linea nel sostegno di politiche attive e iniziative per la valorizzazione dell’identità di genere e della leadership femminile nel mondo del lavoro. «Ancora una volta e-work, sostenendo questa gara ciclistica ha scelto il linguaggio dello sport, che gli è proprio, per affermare quei valori di determinazione, passione, forza e resistenza, che come in una competizione sportiva, così nella vita, possono guidare le donne a superarsi e a tagliare ambiziosi traguardi personali e professionali. E-work – ha aggiunto Paolo Ferrario – è fiera di sostenere con la Società Ciclistica Alfredo Binda e l’Amministrazione comunale di Busto un importante evento sportivo come la Tre Valli che porta sul territorio, per la prima volta, una competizione unica nel panorama del ciclismo femminile internazionale. Il nostro gruppo da anni supporta lo sport al femminile, questa Tre Valli con la squadra di pallavolo femminile a Busto e quella di basket di Faenza, rappresentano per noi un cerchio ideale».

L’assessore ha lanciato una volata… vincente. Chi ha voluto la Tre Valli Varesine Women è stata l’assessore Laura Rogora: «Da ex ciclista e ora appassionata sono orgogliosa di presentare questa manifestazione. Finalmente le donne potranno confrontarsi sullo stesso percorso dei maschi in una manifestazione così importante. In questo caso la parità di genere è un dato di fatto. Ringrazio la Binda per aver proposto la partenza da Busto Arsizio».

Il sindaco Emanuele Antonelli ha ricordato l’impegno della città nello sport e la relativa passione messa in campo: «Non ci facciamo mancare nulla e ci siamo sempre quando persone come voi ci chiedono una mano, perché siamo sicuri di non sbagliare e dietro c’è una passione forte che spinge a creare queste sinergie». Mentre Anna Deligios ha sottolineato l’impegno della Camera di Commercio di Varese nell’imprenditoria femminile e quello della Varese Sport Commission, Cinzia Ghisellini, in rappresentanza degli istituti Acof (partner della Tre Valli Women), oltre che presidente di Assb, ha rimarcato la felicità personale come «donna e ciclista», per questa manifestazione che mette in risalto un modello ed un «mondo vincente» com’è quello femminile. Il vicepresidente nazionale della Federazione Ciclistica Italiana, Ruggero Cazzaniga, ha aggiunto: «Il consiglio federale è vicino al ciclismo femminile. In questi giorni le ragazze stanno ottenendo dei grandi risultati nel campionato europeo e questo ci gratifica. L’impegno della Società Ciclistica Alfredo Binda è ammirevole e sono felice di potere tenere a battesimo questa nuova iniziativa al femminile».

Hanno già dato la conferma della loro partecipazione 16 squadre: FDJ Nouvelle Aquitaine Futuroscope, Alè BTC City Ljubljana, Top Girls Fassa Bortolo, Lotto Soudal Ladies, Sestroretsk Women’s, Rio Miera Cantabria Deporte, A.R.Monex Women’s Pro Cycling Team, Valcar Travel & Service, Massi Tactic Women Team, Isolmant Premac Vittoria, Bepink, Aromitalia Basso Bikes Vaiano, Parkhotel Valkenburg Cycling Team, VO2 Team Pink, Bort To Win G20 Ambedo e Team Mendelspeck.

1 sta a 100, sperando di compiere lo stesso percorso glorioso per la Tre Valli Varesine “Women edition”.