CULTURA: EFFETTO MOLTIPLICATORE SU ECONOMIA E BENESSERE DELLA COMUNITÀ

Altra Testata - 28/01/2020

VITAMINAC.VARESE.IT

La cultura è sempre più motore trainante della nostra economia e, in provincia di Varese, il suo peso è maggiore rispetto alla media nazionale: a dirlo è l’analisi fatta dall’Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio partendo dal rapporto “Io Sono Cultura 2019” di Unioncamere e Fondazione Symbola. Si tratta di un valore aggiunto pari a 1 miliardo e 225 milioni,  in crescita costante negli ultimi anni per una filiera che occupa 20.900 persone, pari al 5,8% del totale provinciale.

Perché questa crescita è importante? Perché secondo gli esperti la cultura genera benefici anche sul “contesto” grazie a un effetto moltiplicatore pari a 1,8. Il che significa che per ogni euro prodotto dalla cultura se ne attivano altri 1,8 in altri settori. Ma se è vero che nella nostra provincia nel settore cultura operano 3.600 imprese, non possiamo dimenticare che un grande apporto in termini di vitalità del settore è dato anche dalla presenza di numerose associazioni culturali. Sono quasi 200 le realtà non profit censite nel settore culturale e ad esse si devono aggiungere altri soggetti magari costituiti in maniera informale e che sfuggono al monitoraggio.

Basti pensare a quanto spesso dietro alla organizzazione di eventi culturali, ma anche alla promozione del patrimonio artistico e architettonico del territorio vi siano realtà non profit. Dai festival estivi, alle rassegne cinematografiche o a quelle dedicate alla scrittura o al teatro e alla musica, fino ad arrivare alla apertura di siti architettonici del territorio garantita da volontari che operano all’interno di associazioni. È innegabile che per un territorio ricco di patrimonio culturale la promozione passa anche da tutte queste realtà non profit, ma c’è un motivo in più per riconoscere il valore aggiunto degli enti del terzo settore che operano in ambito culturale. Il valore è dato dalla vitalità che tante rassegne e iniziative garantiscono ai luoghi e alle comunità che vi abitano. Le iniziative culturali sono la linfa dell’aggregazione e della condivisone e rappresentano una grande opportunità di crescita e di apertura. Insomma l’effetto moltiplicatore non riguarda solo l’economia, ma anche il benessere della società in cui viviamo.

Per chi volesse approfondire l’analisi dell’Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio – disponibile sul portale statistico www.osserva-varese.it