«Creiamo un hub sanitario a Malpensafiere»

La Prealpina - 19/11/2020

Tre capannoni, numerosi uffici e grandi spazi a disposizione. È la descrizione sintetica di Malpensafiere, la struttura della Camera di commercio fino a febbraio punto di riferimento per congressi ed eventi espositivi e da nove mesi completamente ferma e vuota. Ecco perchè il presidente della Camera di commercio, Fabio Lunghi, tende la mano a regione Lombardia e mette a disposizione la struttura come strumento per arginare l’emergenza sanitaria.

«Stiamo ragionando con regione Lombardia – ha spiegato ieri Lunghi – per trovare una nuova funzione per la nostra struttura. Penso ad esempio che potrebbe diventare una sorta di hub sanitario per la Lombardia». Gli spazi non mancano. Qui si potrebbero conservare i dispositivi medici, ma anche, in prospettiva, delle particolari celle frigorifere per la conservazione del vaccino anti- Covid.

«Per il momento non c’è nulla di definito – ha proseguito il presidente dell’ente camerale di piazza Monte Grappa – se non il fatto che noi la mettiamo a disposizione per essere utili al sistema sanitario lombardo, ancora molto sotto pressione». Del resto, la strada è già stata intrapresa. Da settimane, ormai, proprio a Malpensafiere si effettuano i tamponi “drive trough” in accordo con Ats. Da giorni si formano lunghe code di cittadini, in maggioranza studenti e insegnanti, che necessitano di verificare il proprio contagio.

Ora, però, è tempo di pensare anche ai prossimi mesi e a una gestione della pandemia che sia innanzi tutto funzionale ed efficiente. Per questo una struttura come quella bustocca potrebbe essere l’ideale anche da un punto di vista logistico