Cooperative in rampa Anche Sea chiede lo stop

La Prealpina - 18/07/2017

Sea questa mattina al Tar della Lombardia depositerà ricorso per l’annullamento dell’autorizzazione al subappalto di Ags nei confronti di Alpina. Si tratta della cooperativa tenuta fuori da Malpensa con l’ultima vera grande manifestazione sindacale alla vigilia dello storico sbarco di Ryanair in brughiera (era dicembre 2015), ma da allora determinata a cogliere ogni occasione per insediarsi nell’area rampa dell’aeroporto e gestire le attività di handling.

Con la decisione di ricorrere al tribunale amministrativo, il gestore aeroportuale scende in campo prendendo una posizione netta in una vicenda che da oltre un anno e mezzo agita il mondo sindacale. Secondo le parti sociali, l’ingresso delle cooperative in rampa creerebbe una pericolosa rincorsa verso l’abbassamento dei costi del lavoro.

«Se entra Alpina il sistema viene drogato con un gioco al ribasso che va a calpestare diritti e stipendi dei dipendenti aeroportuali», tuonava al megafono Andrea Orlando (Flai) durante il corteo dello scorso maggio. Inoltre il sistema dei subappalti rischierebbe di creare anche un problema di sicurezza, proprio in un momento in cui è altissimo il livello d’allarme per il terrorismo internazionale, con gli aeroporti che naturalmente restano obiettivi sensibili.

Ecco perché Sea, prospettando un decadimento degli standard di sicurezza e del livello dei servizi dovuto all’eccessivo numero di prestatori, già lo scorso dicembre ha presentato istanza per limitare i servizi di assistenza a terra sullo scalo a soli tre soggetti.

In pista vuole pochi operatori, qualificati e scelti dopo una severa selezione. Entro l’anno dunque ci sarà una gara che stabilirà le tre aziende che avranno il diritto di operare in aeroporto. Nell’attesa, Sea già due mesi fa aveva chiesto di congelare la situazione esistente (che vede cinque operatori presenti in aeroporto), vietando dunque l’ingresso di nuovi competitor. Ora ha deciso di ricorrere al Tar in coerenza con il percorso tracciato.