Contributi a chi apre attività nelle aree montane

La Prealpina - 05/02/2018

Favorire e mantenere l’insediamento di imprese in aree montane e a debole densità abitativa: è questo lo scopo del bando della Regione Lombardia rivolto all’Alto Varesotto per i settori del Commercio, del Turismo, dei Servizi e delle professioni turistiche presentato ieri mattina nella sede dell’Ascom. A illustrarne le opportunità è stato Marco Magrini, sindaco di Cassano Valcuvia, il quale ha anche sottolineato la complessità di questo strumento, anche e soprattutto nella fase di progettazione. Il bando, di circa 1,5 milioni di euro, intende valorizzare la presenza di importanti tradizioni imprenditoriali e di risorse turistiche, naturalistiche ed enogastronomiche anche in contrasto ai fenomeni di spopolamento demografico e di impoverimento e desertificazione dell’offerta di servizi commerciali, turistici e dei servizi alla persona. Il progetto prevede il coinvolgimento, con un partenariato, dei comuni di Cassano Valcuvia, Curiglia con Monteviasco, Germignaga, Luino, Maccagno con Pino e Veddasca, della Camera di Commercio di Varese, di Confcommercio Uniascom Varese quale associazione di categoria maggiormente rappresentativa sul territorio provinciale per i settori Commercio e Turismo, e di Ascom Luino quale sponsor privato dell’iniziativa.

Luca Gobbato, direttore dei commercianti luinesi, ha ricordato la forza di questo programma che esce dal cilindro di Comuni piccoli dopo grandi sforzi per fare arrivare sul territorio risorse importanti. L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto nella misura massima del 50% delle spese ammissibili e comunque entro il limite massimo di € 10.000 euro di contributo, con un importo minimo di spesa investita di € 4.000. Possono accedervi le micro, piccole e medie aziende già in attività o aspiranti imprenditori. Una delle condizioni richieste è quella di avere la sede operativa nel territorio dei cinque Comuni coinvolti, mentre per tutti i tipi di spese ammissibili all’interno del bando è possibile rivolgersi ad Ascom o scaricare il bando sui siti municipali. Per le attività ubicate nei comuni di Cassano Valcuvia, Curiglia con Monteviasco (intero territorio comunale), frazione Premaggio di Germignaga, frazioni di Garabiolo, Musignano, Pino e Veddasca di Maccagno, frazioni Motte, Voldomino e Creva vi sono ulteriori agevolazioni per la costituzione e l’avvio dell’impresa. È previsto inoltre un servizio di affiancamento e assistenza nelle pratiche amministrativa da parte di Ascom Luino.

La prima finestra di apertura del bando chiuderà il 16 febbraio e prevede l’ammissibilità delle spese sostenute dal 29 marzo dello scorso anno al 31 luglio 2018. In seguito apriranno le altre due finestre, quella del 30 aprile e del 30 ottobre 2018. Fra i presenti all’incontro di ieri anche il sindaco di Maccagno Fabio Passera, quello di Germignaga Marco Fazio e l’assessore di Luino, Alessandra Miglio.