Continua la lunga protesta dei lavoratori della Romeo

La Provincia Varese - 11/01/2017

Sono giorni di protesta a Malpensa per la difesa dei diritti dei lavoratori della Romeo Gestioni, società che gestisce l’appalto per il servizio di pulizia a Malpensa, che già nelle scorse settimane era stata al centro di polemiche da parte dei sindacati. Avevano chiesto l’intervento del Comune di Milano e di Sea, affinché venissero rispettati gli accordi dell’appalto dato in gestione alla Romeo «ma non abbiamo ricevuto risposte» sottolineano i lavoratori di Adl e Fisascat che nei giorni scorsi hanno manifestato all’interno dell’aeroporto. «I lavoratori sono costretti a pagarsi il parcheggio per venire a lavorare, i corsi di sicurezza, il tesserino aeroportuale e per mancanza di personale devono coprire doppie postazioni lavorative». Il problema, sottolineano i sindacati «nasce nel momento in cui gli appalti vengono aggiudicati al massimo ribasso, senza porsi il problema delle conseguenze sociali che ricadono sui lavoratori e senza vigilare che il capitolato di appalto venga rispettato». Non devono essere i lavoratori ad essere penalizzati dalle scelte, sottolineano Adl e Fisascat «e come abbiamo più volte chiarito i costi dei parcheggi, del rilascio del tesserino aeroportuale e dei corsi sono stato quantificati e inseriti tra i costi conteggiati nell’offerta economica della Romeo in fase di aggiudicazione dell’appalto di pulizie». I sindacati chiedono dunque che vengano rispettate le condizioni pattuite e che si vigili affinchè non debbano essere i lavoratori a farne le spese. n