Confcommercio in visita Omaggio a Vittorio Sereni

 I vertici di Confcommercio provincia di Varese nella giornata di ieri sono stati ospiti a Palazzo Verbania, con il consiglio di presidenza di Uniascom e delle cinque Ascom territoriali. A fare gli onori di casa il sindaco Andrea Pellicini e il suo vice Alessandro Casali. Insieme a loro Alberto Frigerio del Lions Club Luino e Federico Crimi, critico d’arte luinese, che hanno presentato alla delegazione provinciale la storia di Palazzo Verbania e gli archivi di Piero Chiara e Vittorio Sereni. Presenti per l’occasione il presidente di Uniascom Giorgio Angelucci, il segretario generale Sergio Bellani, il presidente nazionale di Fimaa Santino Taverna, il vicepresidente di Uniascom e presidente di Ascom Busto Arsizio Rudy Collini. Oltre a loro il presidente di Ascom Saronno Bruno Guffanti, i direttori di Varese (Roberto Quamori Tanzi), di Gallarate (Gianfranco Ferrario), di Saronno (Roberto Carrettoni). Oltre ovviamente al direttore di Ascom Luino (Luca Gobbato) e al presidente Franco Vitella, soddisfatto per la giornata: «Oggi (ieri, ndr) abbiamo unito il lavoro, alla tradizione e alle nostre radici. Abbiamo dato vita a un momento culturale che racchiude tutto, perché qui a Palazzo Verbania viene raccontata la straordinaria storia di Vittorio Sereni, una delle più grandi personalità che la nostra provincia abbia mai prodotto». Nel frattempo ha preso il via la digitalizzazione dell’Archivio Sereni, grazie al contributo del Lions Club che ha affidato i lavori alla Space Spa di Prato: l’esperto Michelangelo Maiullari da ieri, attraverso uno scanner planetario, replicherà oltre 25mila test, digitalizzando l’archivio dopo la classificazione specifica effettuata della Sovrintendenza delle Belle Arti.