College, tutti ai remi

La Prealpina - 30/06/2016

Si ricomincia a remare. E stavolta, accanto alle donne, ci saranno anche gli uomini. Ieri, nella palestra del campus di via Monte Generoso, è stata firmata la nuova convenzione per il college di canottaggio: al tavolo il rettore dell’Università degli Studi dell’Insubria, Alberto Coen Porisini, il presidente del Cus Insubria, Eugenio Meschi, e il presidente della Federazione italiana canottaggio, Giuseppe Abbagnale. Una triade che ha fortemente voluto l’accordo al fine di creare degli autentici modelli, capaci di coniugare lo studio e lo sport con risultati eccellenti in entrambi i campi.

«Noi crediamo in questo genere di iniziative – ha detto il rettore Porisini – e chiediamo espressamente agli atleti di essere pure dei buoni studenti: le esperienze degli anni passati hanno dimostrato che è possibile. Il canottaggio ha una straordinaria tradizione, siamo onorati di poter contribuire alla sua continuità ad alto livello».

Eugenio Meschi ha definito il Cus come “la cerniera tra università e federazione”, ricordando come il canottaggio sia uno degli sport universitari per eccellenza. «Dopo un percorso di rodaggio, abbiamo scelto di allargare il college non solo alle donne ma anche agli uomini. Tra gli obiettivi c’è anche quello di garantire maggiore rilevanza ai Campionati nazionali universitari».

Entusiasta il presidente nazionale della Federcanottaggio, l’ex campionissimo Giuseppe Abbagnale, che a Varese è ormai di casa visti i tanti eventi internazionali degli ultimi anni sul lago: «Vogliamo studenti e sportivi modello. Un obiettivo non facile da raggiungere, ma se vuoi tagliare traguardi eccezionali devi saper lavorare in maniera eccezionale».

Proprio Abbagnale ha parlato anche del rischio di “fuga” verso le università americane, per questo è ancor più rilevante il valore del college remiero dell’Insubria.

A godere del programma previsto dalla nuova convenzione sotto la guida tecnica di Giovanni Calabrese, d.t. della Canottieri Gavirate, sono per ora Giada Colombo (classe ‘92, milanese iscritta a Giurisprudenza) e due talenti del Varesotto entrambi iscritti ad Informatica: Federica Cesarini (’96, da lunedì in ritiro a Piediluco, aggregata al gruppo olimpico azzurro) e Christian Biolcati (’95). Ma non saranno i soli a far parte del college grazie al sostegno garantito sia dalla Fic che dal Cus.