Collaborazione Italia-Svizzera Per vincere la sfida di Alptransit

La Provincia Varese - 17/06/2016

Una riunione transfrontaliera tra sindaci della provincia di Varese e del Canton Ticino per affrontare insieme la sfida di Alptransit, la nuova linea ferroviaria che attraverserà le Alpi, che prossimamente sarà aperta al traffico. A sedere attorno allo stesso tavolo sono stati il sindaco di Luino Andrea Pellicini, quello di Maccagno con Pino e Veddasca Fabio Passera, quello di Laveno Mombello Ercole Ielmini e quello di Gambarogno, Comune svizzero di confine, Tiziano Ponti, i quali si sono trovati, alla presenza anche dell’assessore luinese Alessandra Miglio, a Magadino in Canton Ticino. I quattro Comuni sono direttamente toccati dal progetto per il potenziamento della linea ferroviaria sulla sponda sinistra del Verbano che, una volta realizzato, porterà al raddoppio del tonnellaggio di merci in transito; un aspetto che è fonte di grande preoccupazione per i sindaci. Il tema della sicurezza oltre a quello del rumore e delle vibrazioni, è quello che desta maggiori preoccupazioni anche perché, sulla linea ferroviaria che percorre la sponda sinistra del Verbano, transitano soprattutto convogli con merci pericolose. I quattro sindaci chiedono ai gestori delle linee «che siano messi in atto tutti i mezzi tecnici e organizzativi oggi disponibili, in modo da garantire la sicurezza, tramite un monitoraggio approfondito dei convogli in transito». In Svizzera esistono sistemi di controllo per garantire la sicurezza dei treni che percorrono la nuova galleria del Gottardo e che permettono di riscontare anomalie. «Quali sono i controlli in Italia» si chiedono i primi cittadini, che chiedono «di poter visionare i piani di intervento in caso di evento maggiore»; il Comune di Luino avanzerà una richiesta di incontro in proposito con il prefetto di Varese. Un altro tema affrontato durante la riunione a quattro riguarda non solo la salvaguardia, ma anche il potenziamento del trasporto passeggeri sulla linea che collega Ticino e Malpensa. «Solo con un servizio efficace e attrattivo si potranno cogliere nella regione i potenziali dati dall’apertura di Alptransit» dichiarano i sindaci, i quali chiedono «strategie che permettano di rafforzare il trasporto passeggeri». A questo proposito, a breve, i primi cittadini chiederanno un incontro con Roberto Tulipani, ceo di Tilo.